Home » Mamma » Gravidanza » Il cerchiaggio

Il cerchiaggio

Il periodo della gravidanza va vissuto serenamente e la salute del bambino e della mamma va tenuta costantemente sotto controllo. Possono esserci piccoli interventi necessari ad aiutare la donna in questo delicato periodo.

Il cerchiaggio

Durante i nove mesi della gravidanza, sono tanti gli esami a cui è chiamata la donna gravida ad eseguire. Sono tutti programmati al fine di vedere come cresce il bambino ma anche per confermare l'ottimo stato di salute della mamma. Vi sono tre ecografie definite “standard”, esami del sangue mensili, esami particolari, ma ad ogni visita il ginecologo potrà controllare il feto tramite ulteriori ecografie e, se lo ritiene opportuno, prescriverà ulteriori esami in base all'andamento della gravidanza. In questa sezione ci occupiamo del cerchiaggio, intervento che serve per rafforzare la tenuta dell'utero in caso di incontinenza cervicale. Detto fenomeno si può verificare nel caso si tratti di una gravidanza gemellare oppure nel caso l'utero sia affetto da un'anomalia o ancora se prima della gravidanza la futura mamma è stata sottoposta ad un intervento delicato quale è il raschiamento.

Cerchiaggio, analisi ecografia
Quando viene fatto il cerchiaggio?
Il cerchiaggio non si effettua a tutte le gestanti, sarà il ginecologo a valutare caso per caso e a decidere se è il caso o meno di operare. Sicuramente occorre tenere conto di alcuni campanelli d'allarme, primo tra tutti le contrazioni uterine durante la gestazione, oppure nel caso in cui la donna gravida abbia delle perdite vaginali. In questi casi è probabile che il ginecologo decida di intervenire.




Cos'è il cerchiaggio?
Come e quando si effettua questa operazione? Il cerchiaggio si può definire come un vero e proprio intervento chirurgico, si effettua all'inizio del secondo trimestre di gravidanza, ovvero a partire dalla 13° settimana. Come sapete, le prime 12 settimane (che fanno parte del primo trimestre), sono molto importanti e delicate, ed è pericoloso agire sull'utero in questo periodo gestionale, per non compromettere l'impianto dell'embrione.
CerchiaggioPer effettuare il cerchiaggio occorre andare in ospedale, dove il ginecologo eseguirà l'operazione. Si tratta appunto di “accerchiare” il collo dell'utero. Il ginecologo si aiuterà con un nastrino sintetico che farà passare attorno alla parte esterna dell'utero. Il nastrino sintetico verrà annodato in modo da tenere ben chiuso il collo dell'utero. Come dicevamo prima, il cerchiaggio è una vera e proprio operazione. Per questo motivo, l'intervento verrà effettuato sotto anestesia generale. Molte mamme preferiscono essere sottoposte invece all'anestesia spinale, ma questa possibile alternativa viene valutata prima insieme al ginecologo, poi insieme all'anestesista.
La durata dell'intervento è di circa un quarto d'ora e non è assolutamente pericoloso né per il feto né per la mamma. Non vi sono particolari precauzioni da seguire, se non quelle basilari, e forse sottintese come il fatto che la futura mamma non deve andare in bicicletta e non deve fare sforzi, ma queste sono attenzioni particolari che occorre seguire anche senza avere eseguito l'intervento descritto.  

Cerchiaggio, intervento chirurgico
Quanto dura il cerchiaggio?
Il cerchiaggio dura quasi per tutta la durata della gravidanza, in quando verrà tolto un paio di settimane prima del parto (si intende la data presunta del parto) quando oramai il bambino è pronto per venire alla luce. In questa ultima fase è consigliato un po' di riposo alla gestante, onde evitare pressioni all'utero.
Non preoccupatevi quindi, se il vostro ginecologo ha deciso che è meglio effettuare il cerchiaggio, avrà i suoi buoni motivi che abbiamo visto prima insieme, e vedrete che anche voi trascorrerete una gravidanza bellissima!

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami