Home » Mamma » Famiglia » Stanza del bambino secondo il metodo Montessori

Stanza del bambino secondo il metodo Montessori

Dalla teoria alla pratica, ecco come progettare una stanza a misura di bambino secondo il metodo Montessori

Stanza del bambino secondo il metodo Montessori

Dopo aver visto il metodo educativo Montessori e le capacità pedagogiche della sua autrice, è interessante poter vedere come dalla teoria si possa passare direttamente alla pratica, in altre parole alla costruzione di un ambiente montessoriano direttamente a casa, oltre a quello più conosciuto in ambito scolastico.

La peculiarità di un ambiente montessoriano è la libertà in cui il bambino si muove e respira, le attività saranno all’insegna della spontaneità. Veiamo quali caratteristiche dovrà avere questo spazio dedicato ai più piccoli.

 

Si dovrà costruire un ambiente a misura di bambino, con piccole sedie, piccoli tavoli, di materiale sicuro e stabile, pensili ad altezze raggiungibili con scioltezza dal bimbo per scegliere i propri giochi.
Alle pareti i colori dovranno essere delicati, ad esempio perfetti i colori pastello, foto di famiglia rallegreranno la stanza e aumenteranno il senso di appartenenza e il riconoscimento in un modello ben noto.
Ideali anche fiori e piante, quindi se vi è un balcone o un terrazzo sul quale si affaccia la stanza del bambino, provvedete a renderlo il più gradevole possibile, con del verde colorato e profumato; lo stesso può valere anche all’interno della camera da letto.


Per ciò che concerne gli animali domestici, la loro presenza è solitamente positiva, rafforza il rapporto tra “cuccioli”, responsabilizza il bambino per tutto ciò che concerne l'accudimento, il “prendersi cura di” e stimola la capacità di relazionarsi con un essere che, non essendo in grado di parlare, va capito in altri modi: ciò influisce positivamente sulla disponibilità e sulla sensibilità di animo.

Credits: Foto di @Sarah Richter | Pixabay


La Montessori sosteneva che se il bambino è responsabilizzato è assolutamente capace di prendersi cura di cose, giochi e anche altri piccoli esseri viventi, bisogna solamente dargliene l’occasione e soprattutto la possibilità, creando appunto un ambiente da questo punto di vista favorevole e consono alle sue necessità di crescita. L’autocontrollo dell’errore stimola il bambino nel momento in cui, a causa di una propria disattenzione, rompe qualcosa ad evitare di ripetere lo stesso comportamento la volta successiva, questo fa parte di un corretto apprendimento. L’ambiente lo aiuterà a muoversi in modo sempre più autonomo e attento e al contempo disciplinato.

 

Credits: Foto di @April Bryant | Pixabay

 

 

Nella camera del bambino montessoriano esistono e sono presenti giochi semplici, come ad esempio piccoli telai in cui il bimbo impara ad annodare, a legare e poi a sciogliere, come si fa quando gli s’insegna ad esempio ad allacciarsi le scarpe.
Farsi aiutare anche ad apparecchiare tavola è estremamente educativo ed efficace, spazzolare le proprie piccole scarpe, badare alla propria igiene, ma anche a quella della propria cameretta, è interessante vedere come i bambini si divertano ad esempio con una piccola scopa e una piccola paletta a riordinare il loro spazio, oppure a spolverare sui propri mobili. Si tratta di piccoli lavori pratici nel loro ambiente che li responsabilizza attraverso un gioco/lavoro adatto però alla loro età.
Non cercate di fare tutti i lavori voi perché li fate meglio, certo che è così e vi toccherà ripassare dove i bimbi hanno già "pulito", ma dimostrate loro la vostra fiducia e riconoscete sempre il loro impegno: verrete sicuramente ripagati!
La Montessori chiamava queste attività esercizi di vita pratica e in effetti ciò rende proprio bene l’idea: lei sosteneva che quello da lei promosso non doveva essere chiamato metodo Montessori, bensì metodo naturale, poiché in effetti è ciò che naturalmente dovrebbe fare un bambino senza imposizioni alcune.
Lo spazio dovrà quindi dare la possibilità di essere fruito in modo libero e certamente sempre sicuro, ma con la peculiarità di raggiungere attraverso giochi semplici l’autonomia graduale del bambino, futuro uomo.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  montessori  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami