Home » Mamma » Famiglia » Perché i bambini si comportano male?

Perché i bambini si comportano male?

Talvolta capita che gli adulti etichettino i bimbi come cattivi; in realtà dietro a piccoli ingestibili, capricciosi e intrattabili si nascondono alcuni segnali che è importante imparare a decifrare

Perché i bambini si comportano male?

I bimbi cattivi non esistono ma quando i figli sono disubbidienti, testardi e incontenibili molto probabilmente vogliono far capire agli adulti qualcosa.
Se i bambini si comportano male stanno avendo una reazione a qualcosa che li disturba, possono essere stanchi, nervosi o in difficoltà e cercano attenzione.
Genitori ed educatori dovrebbero imparare ad essere più empatici e comprensivi per poter aiutare i piccoli a gestire i momenti di difficoltà dandogli gli strumenti per superare queste situazioni.
La dottoressa Erin Leyba dell'Università di Aurora in America ed esperta di genitorialità e infanzia ha affrontato tali tematiche e ha pubblicato sulla rivista Motherly le ragioni per le quali il più delle volte i bambini si comportano male.


Credits: Foto di @tjena | Pixabay

  1. Atteggiamenti famigliari incoerenti
    Uno dei motivi per cui i bambini a volte hanno reazioni di protesta, urla e pianto è legato all'incoerenza di mamma e papà. Talvolta i genitori danno delle regole e dei permessi che in altre situazioni ribaltano; così facendo viene a mancare la chiarezza e si genera confusione.
  2. Bisogno di muoversi
    I bambini hanno la necessità fisiologica di giocare all'aria aperta, di correre, sudare, sporcarsi per scaricare la loro vitalità ed energia. Se non hanno l'opportunità di farlo possono diventare “cattivi”, nervosi e capricciosi.
  3. Stanchezza
    Tra le ragioni che spiegano perché i bambini si comportano male c'è l'insoddisfazione di bisogni primari come la fame, la sete, il sonno e la stanchezza. A differenza degli adulti i piccoli non riescono a individuare il malessere e la reazione è quella di urlare e piangere.
  4. Emozioni inespresse
    Il più delle volte gli adulti non insegnano al bambino ad esprimere in modo corretto le emozioni.
    Così poi grida, atteggiamenti isterici e di ira sono il risultato per aver nascosto, spostato o anestetizzato i sentimenti e le sensazioni.
  5. Stress
    Un altro motivo per cui i bambini si comportano male è che sono stressati; le giornate piene di impegni, attività e stimoli lasciano poco spazio alla noia e alla quiete. E quando si è iperstimolati poi la conseguenza è fare i “cattivi”.
  6. Situazioni familiari di tensione
    Infine quando vedete che i piccoli si comportano male, fanno sempre i capricci e sono intrattabili, sappiate che molto spesso è perché sono influenzati da un clima familiare teso. Genitori nervosi, stressati e litigiosi creano figli con le stesse emozioni.
  7. Necessità di essere più autonomi
    A qualunque età i bimbi vogliono imparare ad essere maggiormente autonomi, cercano di fare le cose da soli senza l'aiuto dei grandi. Quando gli adulti interferiscono in questo processo la reazione può essere quella di fare i capricci e di diventare ingestibili.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami