Home » Mamma » Famiglia » Genitori spazzaneve: evitano le frustrazioni dei figli e non li fanno sbagliare - Parte 1 di 2

Genitori spazzaneve: evitano le frustrazioni dei figli e non li fanno sbagliare

Pare che la tendenza di molti genitori sia quella di proteggere i figli in maniera eccessiva

Genitori spazzaneve: evitano le frustrazioni dei figli e non li fanno sbagliare

Sono stati gli inglesi a coniare il termine “genitori spazzaneve” per descrivere quei mamma e papà che per il timore che il figlio si trovi nei guai, o che non sia capace di fare qualcosa, gli preparano la strada pronta.
Preparare la strada ai figli non è il modo più giusto per far crescere degli adulti felici, responsabili e capaci di accettare i fallimenti della vita. Però si tratta di una tendenza sempre più diffusa, perché molti adulti sono convinti del fatto che, eliminando il più possibile ostacoli e difficoltà ai loro bambini, questi possano crescere con una maggiore autostima. E invece, non c'è convinzione più sbagliata: i figli hanno bisogno di sbagliare, sbattere la testa e perdere perché solo così diventeranno persone capaci di stare al mondo.

Bisogna sperimentare le frustrazioni
Purtroppo i genitori spazzaneve sono quelli che a scuola intervengono sempre in difesa del proprio figlio e preferiscono accusare l'insegnante, sono quelli che se vedono il proprio bambino litigare o discutere con un coetaneo intervengono immediatamente, impedendogli di difendersi da solo. E sono gli stessi che sono disposti anche a fare a botte con l'arbitro se il proprio figlio perde la partita a tennis. Qualcuno può pensare che tutto ciò sia una forma di amore, ma non bisogna confondere l'iperprotezione con l'affetto: voler bene al proprio figlio significa anche lasciarlo libero di sbagliare ma esserci per insegnargli a tollerare la frustrazione.

Credits: Foto di @Free-Photos | Pixabay

Di © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami