Home » Mamma » Età scolare » Bambini pigri saranno adulti malati

Bambini pigri saranno adulti malati

Non si gioca più a nascondino, né con il pallone; due bambini su tre in età d’asilo e uno su due in età scolastica sono sedentari e passano il loro tempo libero seduti davanti alla tv o ai video game. Poco movimento significa quasi sempre sovrappeso. Ma non è solo la bilancia a far paura!

Bambini pigri saranno adulti malati

Qualche dato
Secondo i dati messi in evidenza dall’Osservatorio nutrizionale Grana Padano, in collaborazione con la federazione italiana medici pediatri e con la società di medicina generale, emerge che il 44% dei bambini dai 3 ai 6 anni, il 31% di quelli tra i 7 e i 10 e il 26% dei ragazzini tra gli 11 e i 16 anni, presentano un rapporto di circonferenza /altezza, maggiore di 0,5, segno di obesità viscerale anche nei bambini di peso normale.

Oltre la bilancia

I bambini con queste caratteristiche devono essere monitorati con più attenzione perché possono presentare con maggior frequenza fattori di rischio cardiovascolare rispetto a quelli con un rapporto vita/altezza minore di 0,5. Per avere una stima dell’obesità viscerale dei bimbi, si è scelto di usare un indice semplice, quale il rapporto tra circonferenza della vita e altezza, entrambe espresse in centimetri, fissando il valore limite di normalità a 0,5. Il grande vantaggio di questo indice rispetto ad altri è che può essere usato indifferentemente nei maschi e nelle femmine, di qualunque età e etnia. È un indice innovativo perché assai veloce da calcolare e molto sensibile quale segnalatore di rischio metabolico. Credits: Foto di @bhuwanpurohit | Pixabay
I rischi

La circonferenza addominale permette di misurare l’accumulo di grasso che riempie la cavità addominale attorno agli organi interni. Più è alta, più aumenta la probabilità di sviluppare rischi cardiovascolari quali ipertensione arteriosa, elevati livelli di glicemia a digiuno, colesterolo totale e trigliceridi e ridotti livelli di colesterolo buono o Hdl. Come è stato dimostrato da uno studio policentrico della Società di diabetologia, tra i bambini in soprappeso, ma non ancora obesi, la probabilità di sviluppare anche malattie endocrine è di molto superiore ai bambini normopeso.
Come crescere bene

Secondo i consigli del Comitato scientifico dell’osservatorio nutrizionale Grana padano, affinché i bambini crescano sani non è sufficienti ridurre i comportamenti sedentari. Ecco cosa fare:

  • andare a scuola a piedi o in bici;
  • camminare mezz’ora al giorno per cinque giorni la settimana;
  • fare almeno tre ore di sport la settimana;
  • non stare più di tre ore al giorno di fronte alla tv o al pc;
  • fare giochi movimentati, il più possibile all’aria aperta;
  • non saltare i pasti e variare i cibi a pranzo e a cena;
  • sì agli spuntini, a base di frutta e yogurt;
  • preferire l’acqua e evitare bibite gasate;
  • favorire una dieta mediterranea a base di pasta, frutta, verdura, pesce e carni bianche;
  • latte e derivati tutti i giorni;
  • assumere frutta e verdura regolarmente perché prevengono le malattie degenerative.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  sport  
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da Brianna
     

    Mio figlio si comporta esattamente,com'è scritto nell'articolo,io non ne posso più,pesa 109kg e ha 15 anni!. Due giorni fa abbiamo avuto una lite furibonda,ho nascosto i suoi Videogiochi,ho staccato il PC e l'ho portato da mia madre.E lui non mi rivolge la parola,ma a me non interessa andrò avanti per questa strada.L'anno scorso,fece una visita dall'Endocrinologo e quest'anno ha un altro controllo,la tiroide va bene e anche tutti gli altri esiti.Ma non mi interessa,perchè il mio cuore mi dice che sta sbagliando e lo costringerò a fare Sport1.Andargli dietro con le buone non è servito quindi ci vogliono le cattive e mi farò aiutare da uno Psicologo!.Spero di aver scelto la strada giusta.

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami