Home » Mamma » Essere Mamma » Come realizzare una cameretta a prova di bambino

Come realizzare una cameretta a prova di bambino

Pronte per regalare al vostro pargolo una cameretta "su misura" e in tutta sicurezza? Ecco come fare per affrontare... l'impresa!

Come realizzare una cameretta a prova di bambino

Ai bambini piace trascorrere il tempo nella propria cameretta e non solo per dormire. Dietro quella porta si cela il luogo del loro passatempo e dello studio, lo spazio in cui sono protagonisti indiscussi, a qualsiasi età.

Ecco perché progettarla con criterio e adeguatezza si rivela fondamentale. Al di là delle "mode" e dei gusti, però, l'aspetto che non va mai perso di vista è la sicurezza. Gli esperti di habitissimo.it danno una mano ai genitori che desiderano affrontare questo passo, mettendo in rilievo possibili problematiche e offrendo soluzioni di progettazione. Scopriamole insieme.


Un tocco di colore

Toni pastello e bianco: di solito alla stanza dei piccoli di casa si associano sfumature sobrie e delicate. Una volta scelta la nuance con cui si desidera personalizzare le pareti però, bisogna sapere con esattezza le componenti della vernice. Molti prodotti contengono composti organici volatili (VOC), sostanze che inquinano l’aria domestica anche una volta che la vernice si asciuga. Decisamente meglio optare per tinte atossiche certificate, con un rilascio minimo di agenti volatili. Come quelle a base d’acqua, ad esempio, o smacchiabili, che possono essere ripulite in modo semplice in caso di incidenti con tempere e pennarelli. Il parametro da controllare è l'appartenenza del prodotto alla classe di emissione “A+” (Decreto della Gazzetta Ufficiale Francese del 19 aprile 2011), ovvero con basso odore, non infiammabile e senza Formaldeide aggiunta.

 

Credits: Foto di @habitissimo.it
Attenzione alla formaldeide
Letto, armadio, scrivania. Anche sul mobilio è importante essere informati riguardo componenti e materiali. Tra le sostanze tossiche, la formaldeide è presente soprattutto nella produzione d’arredo in truciolato e in alcune lacche che rivestono le superfici dei mobili. È invece quasi del tutto assente negli arredi in legno massello, materia prima che è compatta per natura. Un mobile costruito artigianalmente, in legno naturale, oltre a garantire qualità e durata della materia prima è in grado di soddisfare anche esigenze specifiche, ad esempio dovute a spazi particolari. Il tutto non necessariamente andando a pesare sul budget di cui si dispone.


Amiche piante

Per abbassare i livelli di inquinamento domestico da composti organici volatili, la Natura può dare una grandissima mano. Alcune piante, infatti, sono in grado di purificare l’aria da formaldeide, benzene, trielina, ammoniaca e monossido di carbonio, generando ossigeno. Posizionarle anche nella cameretta dei bambini, oltre ad allietare lo sguardo, significa tenere la situazione ulteriormente sotto controllo. Importante è che non siano a portata di mano di bimbo o collocate in modo non stabile. Areando adeguatamente l'ambiente, igienizzandolo periodicamente e scegliendo accuratamente i materiali, sottolineano gli esperti di habitissimo.it, la casa e in particolare la cameretta dei più piccoli, potrà davvero essere un luogo salubre.

 

Credits: Foto di @habitissimo.it
Niente pavimento "freddo"
Quasi sempre scalzi e a terra: nella loro cameretta i bambini tendono a passare molto tempo in queste "condizioni". È importante quindi che il pavimento della stanza sia in primo luogo di un composto atossico, e in questo vengono in
aiuto ancora una volta i materiali naturali. Il parquet, su tutti, è una soluzione che vanta almeno un paio di qualità: oltre a essere un materiale privo di tossicità, mantiene costante la temperatura dell'ambiente. I tappeti possono essere una valida alternativa. Attenzione, anche in questo caso, ai colori e ai materiali. La certificazione Oeko-tex standard 100 garantisce l’atossicità in ogni fase del processo produttivo del tessuto, oltre ad assicurare le carat-
teristiche naturali e biologiche della materia prima.

Credits: Foto di @habitissimo.it

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami