Home » Mamma » Essere Mamma » Mamma a 40 anni

Mamma a 40 anni

Sono sempre di più le donne che decidono di avere figli in tarda età e non rinunciano alle gioie della maternità

Mamma a 40 anni

Se un tempo le donne facevano il primo figlio a 25 anni, ora l’età media del concepimento è vicina ai 30, e sono in aumento le donne di 35 anni senza prole. Sono spesso donne con una buona cultura, laureate, con posizioni lavorative ottime e ci tengono a mantenersi in forma. Insomma nulla da invidiare alle mamme di vent’anni.
Molte volte, dietro a questa scelta ci sono motivi culturali: i giovani sono sempre meno disposti a fare rinunce in età giovane, e il loro principale obbiettivo è la realizzazione professionale e dedicarsi ai propri interessi.
Oggi, poi, le donne sono sempre più esigenti nella scelta del compagno, non si accontentano del primo anche perché sono sempre più indipendenti.
Altro motivo, che spesso rimanda la maternità sono le difficoltà economiche di alcune coppie, lavori sempre più precari e giovani sempre più dipendenti dalle famiglie di origine.



Vantaggi e svantaggi di maternità tardive
Se da un lato diventare mamma tardi significa essere più matura e responsabile, dall’altro la donna quarantenne ha ansie e preoccupazioni maggiori, legate al timore che qualcosa vada storto durante la gravidanza o nella crescita del bambino. Spesso la paura è quella di fare la mamma-nonna, o il timore di poter stare meno tempo a fianco del figlio, rispetto ad una mamma ventenne.

Mamme a 40 anni
I rischi fisiologici e i controlli necessari
Si sa che la fertilità femminile si riduce drasticamente dopo i 35 anni e ancora di più dopo i 40, quindi gli ovociti “invecchiano” e utero, ovaie e endometrio sono meno ricettivi. In più la donna di oggi fuma, è stressata e vive in un mondo inquinato, tutti fattori sfavorevoli per la gravidanza matura. A questa età poi sono maggiori i rischi di aborto, di parto pre-termine e parto con taglio cesareo.
Inoltre ci possono essere complicazioni in gravidanza a causa di malattie pre-esistenti e non, come il diabete, fibromi, ipertensione e problemi tiroidei.
Tenendo conto, quindi, dell’età e della storia personale della donna, il medico consigli esami specifici, come il prelievo dei villi coriali o l’amniocentesi che servono a diagnosticare eventuali anomalie cromosomiche. Si tratta di esami costosi e talvolta rischiosi, ma dopo i 35 anni vivamente consigliati.

Gravidanza a 40 anni
Ma tanta gioia
Nonostante le difficoltà varie, diventare mamma è sempre un’esperienza stupenda e sono molte le primipare mature che sostengono di avere più forza di prima e di essere ringiovanite. Sono donne più stabili, più mature, che hanno desiderato tanto il bambino e hanno talvolta preferito cercare il padre giusto.
Certo le preoccupazioni per il futuro ci sono, ma bisogna essere anche fataliste, dal momento che nessuno può sapere quanto tempo ha a disposizione su questa terra!

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami