Home » Mamma » Essere Mamma » Cosa fare quando arriva il fratellino: strategie anti-gelosia

Cosa fare quando arriva il fratellino: strategie anti-gelosia

Spesso richiesto e voluto anche dal primogenito, quando poi in casa arriva un altro bebè è facile che l'atmosfera e le dinamiche familiari vengano destabilizzate. Affinché l'arrivo di un fratellino non rovini troppo gli equilibri ecco alcuni consigli da seguire!

Cosa fare quando arriva il fratellino: strategie anti-gelosia

Sono molte le coppie che preferiscono non lasciare il loro bambino figlio unico e desiderano allargare la famiglia: l'attesa è quasi sempre un momento di festa fino al momento in cui i genitori non tornano a casa dall'ospedale con il nuovo arrivato.
In un attimo le dinamiche cambiano e l'atmosfera equilibrata di prima viene destabilizzata soprattutto per il “cocco” di casa che in un secondo si vede messo al secondo posto.
Per evitare di sconvolgere troppo l'esistenza del primogenito e non creare gelosie che cosa bisognerebbe fare quando arriva il fratellino o sorellina che sia?



4 Consigli utili
Si sa, i bambini vogliono essere sempre al centro dell'attenzione, soprattutto di mamma e papà; desiderano coccole solo per loro e molto spesso anche la presenza dell'altro genitore genera gelosie, figuriamoci quando arriva un fratello che i primi mesi ha bisogno di cure costanti, che magari dorme in camera con i genitori e ha gli occhi addosso di parenti e amici!
In questi casi è fondamentale che gli adulti siano coscienti della situazione e mettano in atto alcune strategie per non creare invidie, capricci e malumori del loro primo figlio!
Ovviamente ognuno ha una reazione personale, che dipende dal carattere e dall'età, tuttavia ciò che accomuna tutti è la presenza di sentimenti ambigui e contrastanti nei confronti del nuovo arrivato.
Ecco 4 cose su cui riflettere.


  1. Non cambiare eccessivamente le abitudini del primogenito
    Senza volerlo, il più delle volte, quando arriva il fratellino si chiede al figlio più grande di modificare alcune sue abitudini: per esempio di non urlare o non correre in casa, perché il piccolo dorme e si potrebbe svegliarlo. In questo modo ovviamente il nuovo arrivato verrà considerato un intruso che rovina la vita e le abitudini di un tempo. Gli adulti dovrebbero essere bravi e anziché negare certe cose, dovrebbero proporne altre: andare al parco, giocare insieme con le costruzioni etc.. mentre magari l'altro riposa.
  2. Coinvolgerlo
    Un neonato non solo ha bisogno di continue attenzioni, ma deve anche essere accudito, lavato, cambiato, alimentato più volte in una giornata. Un modo per non creare eccessive gelosie nei primogeniti quando arriva il fratellino è quello di coinvolgerli: farsi aiutare nel bagnetto, a mettere il pannolino e nel caso non venga allattato al seno, a dare il biberon.
  3. Mantenere dei momenti per lui
    Il primogenito, quando vede usurpare il proprio trono, ha bisogno di molte conferme e di tanto affetto. Un consiglio utile per mamma e papà è ritagliarsi degli spazi da soli con lui; approfittarne per sfogliare l'album di quando anche lui era appena nato, o vedere insieme i video che lo riguardano, ma anche uscire a mangiare un gelato insieme, andare alle giostre sono tutte cose che lo renderanno felice. Anziché lasciare i figli più grandi con i nonni, fate il contrario!
  4. Non dirgli che è grande e deve capire
    A meno che la differenza di età tra il primo e il secondo figlio non sia parecchia, non potete pensare che il vostro bambino di 4/5 anni sia grande e si adatti immediatamente al cambiamento. Perciò se fa dei capricci che prima non faceva, è regredito nel sonno e nei bisogni significa solo che ha bisogno di attenzioni. Non sgridatelo ma coccolatelo!

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami