Home » Mamma » Allattamento » Sai riconoscere la mastite durante l'allattamento?

Sai riconoscere la mastite durante l'allattamento?

La mastite è un'infiammazione al seno che può apparire durante l'allattamento

Sai riconoscere la mastite durante l'allattamento?

La mastite è un problema abbastanza frequente durante l'allattamento ed è importante sapere con quali sintomi si manifesta per poterla riconoscere e trattare il prima possibile.

Cos'è la mastite?
La mastite è un'infiammazione della ghiandola mammaria che può essere accompagnata da infezione e febbre alta.
Questa infiammazione affligge circa il 10% delle mamme che allattano al seno e può presentarsi sia su un solo seno sia su entrambi.

Quali sono le cause della mastite durante l'allattamento?
La mastite non infettiva è causata da una ritenzione del latte in seguito a un'apertura degli spazi esistenti tra le cellule dell'alveolo mammario, che normalmente rimangono chiusi. Questa infiammazione provoca cambiamenti nella composizione del latte e, se non si risolve curandola in tempo, può arrivare a causare una mastite infettiva.
Se durante l'allattamento il seno non si svuota completamente c'è la possibilità che un dotto mammario possa ostruirsi creando l'ambiente ideale per la proliferazione dei batteri.
Sulla pelle e nella bocca del neonato infatti sono normalmente presenti diverse colonie di batteri che possono entrare nei dotti mammari e riprodursi all'interno del seno.

Esistono fattori che predispongono alla comparsa della mastite?
Si è visto che alcuni fattori possono contribuire alla comparsa della mastite, senza dimenticare che di solito appare durante le prime settimane di allattamento.

  • ragadi o lesioni ai capezzoli;
  • utilizzo di reggiseni troppo stretti o confezionati con tessuto non traspirante (leggi qui come scegliere un reggiseno per l'allattamento);
  • posizione scelta per l'allattamento, soprattutto se non si alternano i seni per svuotare correttamente entrambi.



Credits: Foto di Cleyder Duque | Pexels
Con quali sintomi si presenta la mastite?
Le mamme che hanno sofferto di questa infiammazione descrivono fortissimi dolori al seno che si presenta gonfio e arrossato.
Spesso sono presenti anche altri sintomi, come ad esempio una sensazione di calore all'interno del seno infiammato e dolore e bruciore durante l'allattamento.
Se la mastite arriva a generare un'infezione batterica è normale anche registarre febbre alta e brividi, oltre a un malessere generale.

È possibile prevenire la mastite in maniera efficace?
La prevenzione della mastite è legata fondamentalmente al corretto instaurarsi dell'allattamento al seno. Pochi semplici accorgimenti possono essere d'aiuto per prevenire la comparsa dell'infiammazione:

  • scegliere una posizione comoda che possa essere mantenuta senza sforzo in modo da dare al neonato il tempo di svuotare completamente il seno;
  • iniziate ogni poppatta da un seno diverso;
  • cercate di limitare l'attaccamento al seno come un ciuccio per evitare la comparsa di ragadi al capezzolo.


Come si cura la mastite?
Trattandosi di una parte del corpo particolarmente sensibile e delicata, soprattutto in un momento come l'allattamento, è fondamentale rivolgersi al medico al primo sospetto di mastite. Un inetrvento tempestivo, infatti, permetterà nella maggior parte dei casi di poter curare l'infiammazione con antinfiammatori e riposo.
Se però la mastite arriva a sviluppare un'infezione, il medico dovrà intervenire con una terapia antibiotica.
Oltre alle indispensabili cure mediche esistono alcuni accorgimenti utili per favorire la guarigione della mastite. Ad esempio trattando il seno infiammato con impacchi effettuati con un asciugamano bagnato di acqua tiepida si favorisce lo svuotamento del seno e l'eliminazione della sacca di latte nel dotto mammario.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami