Home » Mamma » Allattamento » Neonato rifiuta allattamento al seno: cosa fare?

Neonato rifiuta allattamento al seno: cosa fare?

Tutti sappiamo quanto sia importante l’allattamento al seno per lo sviluppo del neonato, ma che fare quando, nonostante i tentativi, il bebè rifiuta di essere allattato?

Neonato rifiuta allattamento al seno: cosa fare?

I bebè nascono “programmati” e preparati per essere allattati, in natura ne andrebbe della loro sopravvivenza, e nonostante questo ci sono casi in cui ogni tentativo materno di allattare il piccolo viene frustrato da continui rifiuti.

Se però siete di quelle che non si arrendono di fronte alle prime difficoltà sappiate che, analizzando le cause che portano il bebè a rifiutare il seno, è possibile provare a “convincerlo” in diversi modi.


Possibili cause per cui il bebè rifiuta di essere allattato
In generale il rifiuto nasce da una situazione che il piccolo vive come difficile o in cui non si sente a suo agio, anche se a volte può essere difficile identificarla. Le difficoltà infatti possono presentarsi all’inizio dell’allattamento, quando cioè sta imparando, ma anche dopo un periodo in cui è stato allattato con normalità.

  • Una sensazione di dolore, anche se per noi potrebbe essere impercettibile, può essere la causa che impedisce al piccolo un approccio sereno con l’allattamento. Per esempio in molti casi dopo un parto istocico il bebè riporta dei microtraumi (piccoli ematomi o pinzamenti muscolari), dovuti all’uso di forcipe o ventosa, che gli rendono dolorosa la suzione.
  • In altri casi può essere una difficoltà respiratoria che impedisce al bebè di attaccarsi al capezzolo nella maniera corretta e di deglutire normalmente.
  • Una ulteriore causa può essere dovuta ad un'eventuale interruzione di quel periodo, nell’ora subito dopo alla nascita, che serve al neonato per avvicinarsi autonomamente al capezzolo e dare il via allattamento nella maniera più naturale possibile.
  • Se invece a rifiutare il seno sono bimbi che hanno già iniziato con successo ad essere allattati, la causa potrebbe essere una “distrazione”, ad esempio il ciuccio o il biberon, che li confonde al momento della suzione.


Purtroppo la mancanza di informazione e di sostegno sono la causa della maggior parte degli abbandoni prematuri dell’allattamento materno, visto che molte mamme, vedendo come il loro piccolo rifiuta il seno, decidono di ricorrere all’allattamento artificiale, pensando che la causa sia nella quantità o qualità del loro latte.

Prima di prendere questa decisione è possibile però provare diverse tecniche per convincere il bebè ad essere allattato.

  • Innanzitutto, anche se sembra scontato, la mamma deve essere serena, ben idratata e alimentata. Il bebè assorbe non solo alimento, ma anche emozioni e sensazioni, per questo è importante creare un ambiente sereno, in cui mamma e bebè possano rilassarsi e coccolarsi mutuamente. Il bebè, per istinto naturale, percepisce se la mamma è serena e di conseguenza riceve il messaggio che non ci sono pericoli in vista e può lasciarsi andare al piacere di essere allattato.
  • È importante inoltre non ostinarsi a voler dare delle regole fisse all’allattamento, ma lasciare libero il piccolo di nutrirsi a richiesta. In questo modo viene agevolata la produzione di latte nel rispetto delle esigenze del bebè.
  • Dovremmo anche essere in grado di studiare la posizione di allattamento, con l’elasticità di cambiarla se notiamo segni di insofferenza da parte del bebè.
  • E se queste misure non servono a migliorare la situazione non bisogna vergognarsi di rivolgersi a un gruppo di appoggio all'allattamento: ce ne sono in tutta Italia e troverete personale qualificato e altre mamme che, come voi, cercano una soluzione per problemi di allattamento.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  latte materno  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami