Home » Mamma » Allattamento » Meglio allattamento a richiesta o ad orario? Alcuni consigli per le mamme - Parte 1 di 2

Meglio allattamento a richiesta o ad orario? Alcuni consigli per le mamme

I pareri sono contrastanti tra gli esperti, ma anche tra quelle mamme che si trovano nella difficile fase dell'allattamento e non sanno bene come muoversi. Allattare il bambino secondo gli orari stabiliti dal pediatra o quando ha fame?

Meglio allattamento a richiesta o ad orario? Alcuni consigli per le mamme

Probabilmente la risposta a questa (difficile) domanda è soggettiva. È necessario dare al bambino un certo ritmo, questo lo sappiamo. Se ad esempio il piccolo dorme circa 2 ore per ogni pisolino, le poppate avranno un ritmo di una volta ogni 2 o 3 ore.
Abituare il bambino a rispettare determinati step è molto importante, ne va del benessere dei genitori e del piccolo. Tuttavia mantenere uno schema troppo rigido potrebbe non giovare e soprattutto non essere adatto a tutti. Dall'altra parte però ci chiediamo: è un bene assecondare tutte le sue richieste?

Non sempre. Ecco che diventa essenziale trovare l'equilibrio tra allattamento a richiesta e orario. Saper riconoscere i bisogni del piccolo è importante. La mamma dovrebbe capire se il bimbo ha mangiato a sufficienza e se le urla corrispondono a una fame reale o il semplice bisogno di aver conforto.


Il bambino richiederà il latte quando ne ha bisogno
Purtroppo capirlo non è possibile e l'unico modo per “non sbagliare” è fidarsi dell' istinto del piccolo, il quale richiederà il latte materno in base alle proprie esigenze fisiologiche. Alcune volte le grida del bambino potrebbero non dipendere dalla fame e il suo desiderio di prendere il latte potrebbe derivare dalla necessità di ricevere un conforto immediato. Starà anche alla mamma seguire un poco il proprio istinto e cercare di interpretarlo.

Il bambino comunque, in linea di massima, è perfettamente capace di regolarsi da solo. Sanno a livello istintuale di quanto latte hanno bisogno. Alcuni bebè sentiranno il bisogno di assimilarne meno a ogni poppata, ma farne con maggior frequenza. Altri invece, mangeranno un numero inferiore di volte, ma ogni poppata durerà molto più a lungo.

Di Claudia Lemmi, © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami