Home » Mamma » Adolescenza » Troppe calorie e poco sport per i ragazzi

Troppe calorie e poco sport per i ragazzi

L'eccesso di cibo e la vita sedentaria di oggi porta all'obesità e ad altri problemi di salute: meglio allora educare i figli fin da piccoli ad un corretto stile di vita e nutrizione

Troppe calorie e poco sport per i ragazzi

Stile di vita scorretto, poco movimento, eccessi di cibo: tutte varianti che causano sovrappeso e obesità nell'infanzia e in adolescenza.

Correre ai ripari si può, favorendo un'educazione alimentare corretta, perché i chili in più sono un rischio anche per la salute.

Obesità: problema da non sottovalutare
Un progetto condotto da Modavi onlus ha evidenziato come l'obesità sia un problema di salute pubblica e per questo si è proposto di favorire l'educazione dei giovani a stili di vita attivi ed equilibrati, attraverso interventi educativi nelle strutture scolastiche da parte di esperti della nutrizione, psicologi e allenatori sportivi. Il rischio obesità infatti è determinato non solo da un eccesso di calorie introdotte rispetto a quelle consumate, ma soprattutto da stili di vita sedentari e da una mancanza di esercizio fisico, che invece è fondamentale per la salute, anche se molto spesso ci sono altri fattori di carattere familiare o generico.

Credits: Foto di @RitaE | Pixabay
L'importanza dello sport per i giovani
I dati parlano chiaro: i giovani che si muovono e fanno sport sono sempre di meno. Inoltre sono abituati a spostarsi con la macchina, il motorino, a trascorrere ore seduti davanti a tv e computer.I genitori dovrebbero incominciare a prestare molta attenzione, misurando periodicamente il peso, l'altezza e la circonferenza vita dei propri figli. La crescita dei ragazzi va monitorata in modo costante e, oltre ad insegnare un'alimentazione corretta, bisogna che i genitori spingano i figli a fare attività fisica, magari dando il buon esempio.
È importante anche incoraggiare l'uso della bicicletta e dei piedi per spostarsi nelle brevi distanze e non sempre spingere alla comodità. Inoltre la tv dovrebbe essere spenta mentre si mangia; così come il pc mentre si studia.

I consigli a tavola per bambini e adolescenti
I dati emersi dal progetto sottolineano l'importanza di promuovere delle iniziative educative per migliorare le conoscenze nutrizionali degli adolescenti.
Prima colazione
: sarebbe importante dedicare maggiore attenzione a questo momento della giornata; ha un ruolo importante nel regolare il senso di sazietà e fame oltre a sopperire all'esigenza dell'organismo di far fronte a richieste energetiche dopo il digiuno notturno.
Pranzo: preferire i carboidrati perché potranno essere smaltiti nel corso della giornata, soprattutto se nel pomeriggio si svolge attività fisica. L'importante però è variare gli abbinamenti.
Cena: una cena vissuta come momento piacevole è essenziale nel contesto familiare, perché crea ritorni positivi in termini di gratificazione e aspettativa rassicurante. Meglio privilegiare alimenti proteici come la carne e la verdura.
Spuntini: la merenda di metà mattina e del pomeriggio dovrebbero far parte delle abitudini dei ragazzi, purché si tratti di frutta o yogurt: l'importanza della merenda è da insegnare ai propri figli fin da piccoli. Da abolire invece gli spuntini serali, dopo cena per intenderci, perché il metabolismo è lento e significherebbe andare a dormire senza averli smaltiti.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  obesità   dieta  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami