Home » Mamma » Adolescenza » Il primo amore: come devono comportarsi i genitori?

Il primo amore: come devono comportarsi i genitori?

Le prime uscite serali con gli amici, i falò sulla spiaggia e i giochi al bar. E a un tratto i genitori si accorgono che il proprio figlio ha qualcosa di diverso: si è innamorato! Ma come si devono comportare gli adulti in questi casi?

Il primo amore: come devono comportarsi i genitori?

Quando i figli crescono ed iniziano la loro adolescenza, capita che ad un certo punto tornino a casa felici, sorridenti e con un'espressione mai vista sul loro volto fino a quel momento. Trascorrono ore al telefono, si chiudono in camera ad ascoltare musica romantica e richiedono di uscire più spesso. È facile per gli adulti capire che forse è arrivato il momento del primo amore del loro “bambino”, quello che non scorderanno mai, quello che fa battere il cuore più forte di tutti quelli che verranno in seguito, quello che fa ridere e piangere contemporaneamente. Ma se i figli si lasciano andare a questa esperienza, i genitori talvolta vivono questo evento con più difficoltà e spesso non sanno come comportarsi.

Le cose da non fare
Per mamma e papà, spesso, è difficile accettare questi cambiamenti, e soprattutto vorrebbero poter entrare nella vita del figlio innamorato anche quando i ragazzi preferiscono tenere per sé il loro primo amore. Ma se si vuole che piano piano i figli si confidino e condividano con i genitori queste loro emozioni, è importante evitare alcune cose.

  • Non spiare i ragazzi, il loro cellulare, o diario segreto, non forzarli se non vogliono a raccontare nulla e aspettare il momento in cui saranno loro ad avvicinarsi.
  • Se le preoccupazioni genitoriali sono legittime, almeno all'inizio evitare di fare mille domande e di voler conoscere a tutti i costi il fidanzatino o fidanzatina. Piuttosto meglio proporre una pizza a casa con tutti gli amici e sperare che anche il “prescelto” sia tra gli invitati.
  • Evitare pettegolezzi e battutine che potrebbero solo mettere in imbarazzo i ragazzi e di certo non favoriscono un clima rilassato di confidenze.
  • Mai e poi mai i sentimenti dei figli vanno sminuiti: forse è una cotta e nel giro di una settimana passerà...ma non sono gli adulti a stabilire e a decidere le emozioni altrui.

Credits: Foto di @Babienochka | Pixabay
Cosa dovrebbero fare i genitori di fronte al primo amore del figlio?
Le basi della comunicazione, del rispetto e delle regole dovrebbero essere gettate fin dalla prima infanzia e quando si arriva all'adolescenza i genitori dovrebbero solo mantenere quella linea educativa. Ma come comportarsi di fronte al primo amore dei figli?

  • È importante far capire ai ragazzi, che quando ci si innamora non ci si deve solo concentrare su quello: amici, sport, scuola e interessi non vanno trascurati. Ovviamente ci saranno priorità differenti rispetto a prima, ma i rapporti esclusivi non sono mai il massimo né da giovani né da adulti.
  • Mamma e papà, poi, dovrebbero rispettare le varie emozioni del ragazzo: se torna a casa arrabbiato e si chiude in camera, lasciarlo fare e aspettare che sia lui ad uscire. È sufficiente dirgli “quando vuoi sai dove trovarci”, anziché subissarlo di domande.
  • Quando i figli sono disposti al dialogo bisogna evitare frasi del tipo “te lo avevo detto”, “devi comportarti così” o “non devi fare così”. Meglio aiutarlo a riflettere, ma mai imporre ciò che deve fare; sarà poi lui a trovare la giusta soluzione.
  • Trovare il momento giusto per parlare di sesso, anche se si dovrebbe iniziare fin da quando i figli sono piccoli.


E quando la storia finisce?
Capita che quando il primo amore finisce, il figlio soffra e stia male; in questo caso i genitori non dovrebbero sminuire o minimizzare dicendo “morto un papa se ne farà un altro”, ma far capire che quello stato d'animo è normale e comprensibile, che è capitato anche a noi, che si sta davvero male e li si comprende.
Piuttosto spronarli ad uscire con gli amici di sempre, concentrarsi nello sport e tutto con il tempo passerà.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami