Home » Mamma » Adolescenza » Come parlare delle prime mestruazioni a tua figlia

Come parlare delle prime mestruazioni a tua figlia

Se per alcuni genitori i cambiamenti sessuali dei figli fanno parte della normalità e della crescita per altri affrontare certi argomenti è imbarazzante. Tuttavia è doveroso spiegare alle ragazzine cosa accade nel loro corpo quando si sviluppano e cosa sono le mestruazioni!

Come parlare delle prime mestruazioni a tua figlia

Non c'è nulla di peggio nei confronti della propria figlia che farla arrivare allo sviluppo senza averle mai spiegato cosa accade nel corpo di una donna.
Purtroppo un tempo le ragazzine avevano il primo ciclo completamente ignare di cosa fosse, e spaventate oltre che provare vergogna, non sapevano come affrontare l'argomento. In loro si insinuavano così paure e timori che si sarebbero evitati se ci fosse stata un po' di educazione sessuale in famiglia. 

Tuttavia fino a qualche anno fa la sessualità e tutto ciò che ruotava intorno, erano un argomento tabù e così come le madri non riuscivano a parlare delle prime mestruazioni alle figlie allo stesso tempo non riuscivano ad affrontare argomenti su come nascevano i bambini.
Oggi fortunatamente le cose sono un po' cambiate, anche se ci sono ancora genitori che faticano ad avere una comunicazione chiara e sincera con i propri figli sugli argomenti che riguardano sessualità e affettività.


Parole semplici fin dall'infanzia
Quando e come dovresti parlare delle prime mestruazioni a tua figlia? E se hai un figlio maschio dovresti spiegare anche a lui cosa sono? Queste sono alcune domande che si pongono i genitori, soprattutto quelli che si vergognano di tali argomenti e di fronte alle curiosità dei bambini e dei ragazzini preferiscono nascondersi dietro a un “quando sei grande lo scoprirai”.
Oggi però non rispondere ai quesiti significa insinuare nella mente dei figli ancor più curiosità che cercheranno risposte dai coetanei, da internet o dalla tv.
Per molte mamme è una cosa naturale lasciare la porta del bagno aperta con i bambini che fin da piccoli entrano ed escono; in questo modo può capitare che qualche giorno al mese loro vedano del sangue e facciano così le prime domande.
L'argomento nasce spontaneamente, la madre rassicura i figli che non è malata, ma che le donne ad una certa età iniziano ad avere le mestruazioni.
A seconda dell'età, poi, si possono aggiungere o tralasciare dettagli, ma così facendo le bambine arriveranno alla pubertà preparate e anche i maschietti avranno un minimo di conoscenza del corpo femminile.

 


Credits: Foto di @edsavi30 | Pixabay
Un aiuto dai libri
Se sei un genitore timido e non sai proprio come parlare delle prime mestruazioni a tua figlia, il consiglio è quello di iniziare ad affrontare l'argomento intorno ai 6 anni, se te la senti o se fa domande anche prima, magari aiutandoti con un libro illustrato sul corpo umano che spiega i cambiamenti che avvengono nel corpo dei maschi e delle femmine.
Un manuale semplice, illustrato e scritto molto bene è Che cosa mi succede di Susan Meredith (c'è sia la versione femminile che maschile) in cui vengono spiegati i vari cambiamenti corporei della pre-adolescenza e adolescenza.
Quando l'argomento ciclo mestruale viene trattato durante la pubertà è, inoltre, fondamentale far capire alla ragazza che in quei giorni potrà capitare di sentirsi poco bene, ma che è comunque possibile continuare a fare le cose e che tutto è normale; in questo modo non verrà trasmessa ansia e angoscia e le mestruazioni verranno vissute semplicemente come un appuntamento mensile molto utile per le donne!

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami