Home » Lui » Mondo maschile » Lui e San Valentino: gli errori da non fare

Lui e San Valentino: gli errori da non fare

San Valentino si avvicina e molte donne cominciano a fantasticare sul giorno degli innamorati. Ognuno vive il romanticismo a modo suo: bisogna imparare a non avere pretese, se il vostro lui non è un patito del 14 febbraio non significa che non provi sentimenti e che non sia romantico!

Lui e San Valentino: gli errori da non fare

Tra qualche giorno si festeggia San Valentino, e come ogni anno, molte donne si interrogano su quale sorpresa fare e ricevere dal partner. Per molte ragazze è una delusione, perché il loro compagno odia questo tipo di ricorrenze, e così loro si sentono insicure, pensando che a lui non importi nulla. Ma non è così, perché semplicemente molti uomini esprimono il loro affetto in altri momenti e non in date prestabilite. Proviamo insieme a capire come l’universo maschile considera San Valentino e ogni altra festa “comandata”.

Romanticismo maschile
Se il sentimentalismo femminile è più simbolico, fatto di gesti e di piccoli dettagli, quello maschile invece è più pragmatico e va direttamente alla sostanza delle cose. Per capirci: per la maggior parte delle donne è fondamentale il giorno, l’ora e il minuto di una ricorrenza, mentre per gli uomini al centro di tutto ci possono essere altre cose, in primis un piccolo dono o una sorpresa inaspettata.
È fondamentale che la donna non obblighi o non spinga il fidanzato a essere romantico; quello che si può fare è insegnargli a capire i propri bisogni e necessità, ma cercando di essere clemente e capendo che quelli sono i tuoi di bisogni, e non necessariamente i suoi.

Allergia alle ricorrenze?
Gli uomini più che essere allergici alle ricorrenze sono terrorizzati. Vivono sempre sul chi va là, come se un anniversario o un San Valentino potesse spuntare all'improvviso da dietro l’angolo, cogliendoli impreparati. L’unica cosa su cui riescono a riflettere è: “Riuscirò a sopravvivere anche quest’anno?”. Per prima cosa, a mio parere, le donne dovrebbero imparare ad avere meno aspettative, e a rimproverare di meno le dimenticanze del partner. Piuttosto bisognerebbe imparare a vedere i piccoli gesti nella quotidianità.

Gli uomini come vivono san valentino?
Le pretese
L’errore che spesso le donne fanno è quello di avere delle pretese! Per questo motivo la linea che una lei dovrebbe seguire è di non obbligare il partner a mettersi in gioco su un terreno che non gli appartiene proprio. In poche parole: evitate di farvi portare a cena la sera di San Valentino se sapete che lui non lo sopporta. Meglio piuttosto rimandare la serata romantica ad un altro giorno, che sarà tutto vostro e non commercializzato!

Esistono anche gli uomini super romantici
Finora abbiamo parlato del mondo maschile in generale, ma è anche vero che ci sono uomini che adorano tutte le ricorrenze, che non aspettano altro giorno per regalarci dei fiori o portarci fuori per un week end. Così come ci sono donne che però considerano il San Valentino una festa commerciale che quindi non va festeggiata. In questo caso si ha un po’ la situazione ribaltata: per lei contano soltanto i fatti, le parole sono parole e non portano mai ad alcun risultato concreto. Detesta le coccole, i baci in pubblico, i peluche, le frasi. In questo caso se l’uomo si ricorderà di ricorrenze e anniversari verrà definito da lei mieloso e le frasi romantiche verranno usate per prenderlo in giro per i prossimi anni.

Un consiglio
Per riassumere, esistono donne pretenziose e super romantiche, uomini che odiano le ricorrenze, ragazze che non sopportano il San Valentino, e ragazzi che non aspettano altro. Ma l’importante è imparare a conoscersi e a rispettarsi, notare i gesti e le azioni di tutto l’anno e non sottolineare le mancanze, e soprattutto riderci sopra se ogni tanto lui, nonostante mille cuori sparsi per tutta la città, si è dimenticato che è San Valentino!

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami