Home » Feste » Festa della Donna » 8 Marzo, cosa non fare!

8 Marzo, cosa non fare!

Piccoli suggerimenti su cosa... non fare il giorno dedicato a tutte le donne

8 Marzo, cosa non fare!

Come festeggiare la Festa della Donna? Ci sono diversi modi: i locali si organizzano, le associazioni o anche semplicemente tra amiche si vuole celebrare l'8 Marzo, ma può capitare di sbagliare. Ecco qualche consiglio su cosa è meglio non fare. Ricordiamoci che è la nostra festa e non quella degli altri, quindi dobbiamo volerci bene ancora di più in questo giorno che dovrebbe essere speciale. È giusto che ognuno faccia quello che meglio crede per se stessa, anche nel divertimento, allora se siete riuscite a 'piazzarè eventuali mariti, fidanzati o figli, date solo una occhiata a queste note, vediamo cosa sarebbe da evitare.

Prendete questi accorgimenti come dei suggerimenti, dei consigli, non è per limitarvi, ma solo per informarvi. Un semplice appunto: siete libere di festeggiare come volete e anche di non farlo se siete della teoria che delle donne ci si deve ricordare sempre e non solo un giorno specifico. Siete libere di decidere anche in questo.


Credits: Foto di @nastya_gepp | Pixabay
Abbigliamento
Ricordate che non è Carnevale, a meno che non partecipiate ad una festa in maschera, non serve travestirsi, quindi niente tacco 15 se anche al vostro matrimonio non siete ad andare oltre i 5cm per le scarpe più importanti della vostra vita. Niente minigonne ascellari se poi sentite freddo, vi sentite in imbarazzo, se siete abituate a sedervi a gambe aperte perché tanto portate sempre i pantaloni. Seguite il vostro stile! Certamente, puntate a qualcosa di speciale, qualcosa che vi valorizza, qualcosa che vi piace e vi fa stare bene perché è anche come si portano gli abiti e se vi ci sentite dentro, lo si vede anche all'esterno. Se però volete essere estrose, fatelo con ironia, è la scelta più opportuna per divertirsi e non finire nel ridicolo, quindi anche un bel boa di piume di struzzo può stare benissimo.


Credits: Foto di @StockSnap | Pixabay
Scelta della compagnia e del divertimento
Scegliete liberamente cosa preferite fare, non costringetevi a qualcosa che proprio non vi va. Quindi fondamentale è la compagnia, ovvero qualcuno con cui condividiate interessi e passioni o che comunque siate tutte tendenzialmente d'accordo. Se alle 11 crollate dal sonno e vi addormentereste in qualsiasi luogo vi trovaste, inutile uscire con chi vuole fare la nottata in giro per locali sino alle 4 della mattina. Se amate la tranquillità come una cena tra amiche, inutile seguire chi ama andare a ballare sul cubo. Come ogni altra uscita, si deve pensare al divertimento, non deve essere né un sacrificio né una noia.


Credits: Foto di @Pexels | Pixabay
Comportamento
Fate tutto quello che volete pensando che c'è un dopo. Ovvero, se vi ritrovate nelle braccia di uno sconosciuto e state per passare una serata di fuoco, pensate al giorno dopo come potreste sentirvi. Se non siete portate per il one night stand (una notte e via...), non fatelo. Se bevendo sapete che potreste dire o fare cose di cui poi vi pentireste, non fatelo. Tornare a casa strisciando e fare come l'Esorcista (vomitare come un idrante), non è proprio quello che si dice divertimento. Altro consiglio, scegliete chi rimane sobria e sarà l'autista del gruppo. Se volete bere, anche senza esagerare, pensate piuttosto a rientrare in taxi, basta dividere la spesa, questo innanzitutto per la vostra sicurezza, quella degli altri e per non ritrovarvi in spiacevoli situazioni: le pene per la guida in stato di ebbrezza si sono alzate, sia economicamente che anche penalmente.

Quindi ora che siete preparate, di corsa a divertirsi, ne abbiamo il diritto e anche il dovere!

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami