Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Termoriscaldamento

Termoriscaldamento

Spesso nelle riunioni condominiali si sente parlare di termoriscaldamento tra le nuove proposte, ma di cosa si tratta esattamente?

Termoriscaldamento

Acqua caldaIl termoriscaldamento è una scelta in linea con un filosofia legata al rispetto ambientale, poiché in questo caso è l’acqua calda che permette di riscaldare le nostre case, i nostri uffici, e anche i vari negozi delle nostre città. È una formula sicura, semplice e soprattutto economica. E’ un sistema di riscaldamento a distanza, che raggiunge un intero quartiere, ma può raggiungere e coprire anche un’intera città. In inglese infatti si chiama district heating cioè “riscaldamento distrettuale”, ma in realtà le prospettive di sviluppo di questo sistema sono in grande espansione.
Si parte da una centrale termica, un impianto di cogenerazione o anche da una semplice sorgente geotermica e da queste fonti si ricava l’acqua calda, che viene distribuita grazie ad una rete di tubazioni che ne permette il flusso verso le nostre case. Quando l’acqua raggiunge le case le riscalda entrando nei termosifoni, poi ritorna verso la centrale fredda, per essere poi di nuovo riscaldata.
L’acqua calda raggiunge una temperatura di 80-90°C, si evita di posare ulteriori tubature, e quelle presenti non subiscono dilatazioni a livello termico. Il calore normalmente può derivare da gas naturale, da biomasse, da carbone o dai nostri rifiuti. L’acqua calda, oltre che a scaldare, può essere usata come acqua sanitaria.

Centrale termica

Quanto è diffuso in Italia?
È un servizio iniziato solo all’inizio degli anni ‘70, nella zona di Brescia e ad oggi i centri che ricevono questo servizio sono più di 50, dislocati in Lombardia, Veneto, Toscana, Emilia Romagna e Piemonte. Le normative in Italia sono collegate alla certificazione  legata al D.M. 37/08 (ex legge 46/90). Ma il suo potenziale di diffusione deve ancora svilupparsi.

Perché è una buona alternativa?

  • Riduce l’inquinamento
  • Sfrutta una forma di energia alternativa e pulita
  • Un solo impianto può coprire un’area estesa
  • L’impatto ambientale
  • Il suo consumo potrebbe ridurre l’uso di fonti fossili
  • È possibile recuperare il calore da diversi processi industriali

Per ciò che concerne la manutenzione, rispetto ad altre forme di riscaldamento questo è meno impegnativo, si vanno ad azzerare i costi di gestione ad esempio delle canne fumarie, intossicazione di fumi e uso di cisterne.
Riunione condominialeLa manutenzione intesa come manodopera da pagare è completamente abbattuta, poiché gli oneri sono minimi. Le tariffe risultano essere inferiori a quelle convenzionali.
Attraverso le riunioni condominali è possibile fare richiesta all’amministratore di ulteriori informazioni, di conoscere le modalità e la possibilità di fare richiesta da parte dei condomini del proprio palazzo per aderire a questo innovativo ed ecologico metodo di riscaldamento.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami