Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Pulizie verdi

Pulizie verdi

Pulizie verdi ovvero i detersivi fai da te: ecco come prepararli.

Pulizie verdi

In questo nostro mondo pieno di sostanze chimiche, di ogni tipo, disperse dalle industrie e, quotidianamente, anche da noi consumatori, spesso sprovveduti e poco attenti, è arrivato il momento di tirarsi su le maniche nel vero senso della parola.
Ciascuno di noi può infatti impegnarsi in piccole e grandi scelte quotidiane di consapevolezza e di consumo critico  nel totale rispetto dell’ambiente e della natura.

Da cosa possiamo iniziare?
Ad esempio dal “fabbricarci” da soli i nostri detersivi, ed evitare in questo modo di contaminare e sporcare l’ambiente con prodotti chimici aggressivi, inutili ed ingombranti flaconi di plastica, che spesso poi ci ritroviamo con dannoso effetto boomerang inevitabilmente contro.
I detersivi fatti in casa, costano pochissimo, sono efficaci, ecologici e danno soddisfazione, inoltre non richiedono assolutamente molto tempo per la preparazione, e una volta che si imparano dosi e ingredienti ci si sente un pochino come a giocare al “piccolo chimico” in versione adulta!

Pulizia vetri
Detersivi fai date per la pulizia dei vetri

Il modo più rapido ed efficace per pulire i vetri di casa è quello di utilizzare acqua assolutamente calda e aceto bianco, il  tutto contenuto in un pratico spruzzatore. In questo caso sarà opportuno tenerne uno sempre a disposizione per un uso e riciclo praticamente infinito.
Le quantità consigliate sono nel rapporto 1:1, ovvero 100 ml di acqua e 100 ml di aceto.
Lavare i vetri con questi semplici ingredienti non richiede inoltre, il rilavaggio o sciacquo, sarà sufficiente passare subito dopo un panno per asciugare.
Un pratico consiglio è quello di effettuare tale pulizia non in una giornata di sole, poiché i raggi farebbero creare delle antipatiche striature difficili da mandare poi via.
Un metodo simile dove cambia un solo ingrediente è quello di utilizzare al posto dell’aceto del semplice alcool denaturato (nelle stesse proporzioni sopraindicate).
La conservazione di questi prodotti, ben chiusi, può anche arrivare a 6-8 mesi dalla preparazione.
In alternativa potrete usare semplicemente acqua calda e un panno in microfibra, o ancora un vecchio giornale abbandonato e accatastato in salotto.
Prima di passare il giornale pulite i vetri con una spugna umida di acqua calda.

Detersivo fai da te per microonde
Pulizia del forno a microonde

Passiamo ora alla pulizia di qualche elettrodomestico, ad esempio parliamo del forno a microonde: in questo caso potremo utilizzare nuovamente il nostro amico aceto e in più in nostro soccorso arriverà anche l’agguerrito limone.
Questo piccolo elettrodomestico di uso ormai molto ampio e diffuso, può avere al suo interno degli odori sgradevoli, legati a particolari cotture, ad esempio pesce, oppure dell’unto, che se non viene eliminato subito forma una brutta patina sulle pareti interne.
Il piatto girevole, se presente, va tolto e lavato separatamente.
Procediamo: in mezzo bicchiere di acqua mettere il succo di un limone o 3 cucchiai di aceto bianco, lasciare il bicchiere all’interno del forno, accendere per 5 minuti, poi aprire lo sportello e pulire con una spugna morbida.

Altro interessante detersivo semplice si può produrre con i seguenti ingredienti:
-    ¼ tazza di bicarbonato di sodio
-    1 cucchiaio di aceto
-    10 gocce olio essenziale di limone (o succo di limone puro, un cucchiaio abbondante)

Si uniscono e miscelano tutti gli ingredienti sopra elencati e si va a formare una pasta che andrà applicata  su tutte le  pareti del forno attraverso l’utilizzo di un panno morbido o di una spugnetta.
Si lascerà agire per qualche minuto e poi si procederà al risciacquo  con l’aiuto di una spugnetta umida di acqua calda.
Lasciare poi aperto il forno per circa mezz’ora.

Detersivo ecologico per piatti
Detersivo ecologico per lavare piatti a mano e in lavastoviglie
Concludiamo con un facile detersivo a base di limone, acqua, sale e aceto bianco adatto per lavare sia i piatti sia le stoviglie nella lavastoviglie.
Procuratevi 4 limoni, tagliateli e togliete i semi, passateli al frullatore, insieme all’acqua (3 o 4 bicchieri), a due grosse manciate di sale fino e a un bicchiere di aceto bianco. Mettere il suddetto “intruglio alchemico” a bollire in pentola per 10 minuti, avendo l’attenzione di non farlo attaccare, quindi girate, girate!.
Quando avrà raggiunto una certa densità versate il vostro preparato in barattoli di vetro recuperati da marmellate o conserve cc.
Per lavare i piatti a mano usatene a piacere, per la lavastoviglie circa due o tre cucchiai.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

3 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da carla47
     

    Buon Giorno,ho fatto il detersivo per piatti molto buono ma sgrassa poco,potrei aggiungere un po di sapone di marsiglia o altro x avere un po di schiuma?
    Attendo risposta ciao Carla

  2. Inviato da carla47
     

    Altra informazione,ho sempre prurito x tutto il corpo mi lavo spesso x evitare il prurito cosa mi consigli?
    Grazie

  3. Inviato da alemalla
     

    Buongiorno Carla si può aggiungere qualche goccia di Marsiglia. Per il prurito dovrebbe rivolgersi a un dermatologo per sondare le possibli cause, quello che posso dire come dietista è di osservare se il prurito è in concomitanza con qualche cibo particolare, evitare detersivi troppo aggressivi per i capi e usare tessuti naturali, la doccia va benissimo se fatta con un prodotto naturale che rispetti il ph della pelle. Spero di avere risposto a tutto! GRAZIE PER I COMPLIMENTI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami