Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Primula, è arrivata la primavera!

Primula, è arrivata la primavera!

Portatrice di colore e anticipatrice della primavera in giardino, ecco la bella primula.

Primula, è arrivata la primavera!

La primula è il primo fiore di primavera, la prima piantina che porta il colore e l’allegria dopo l’inverno lungo e freddo. Sono così belle nei loro colori da avere l’imbarazzo della scelta, quando si è davanti alle cassette del fioraio, e si è tentati ad acquistarle per bordure se si ha la fortuna di avere un bel giardino, ma anche per rallegrare i nostri balconi come piante che attirano farfalle!

Caratteristiche generali
Le primule è possibile trovarle nei prati di tutta Italia, senza alcun limite, non temono i freddi invernali e a primavera rispuntano, ogni anno più belle che mai. Appartengono alla famiglia delle Primulacee e si estendono in Europa fino in Asia e America.
Primula deriva dal latino primus, proprio perché è la prima a sbocciare. Le più diffuse sono le primule vulgaris, di un delicato giallo, ma in natura ne esistono fino a 500 specie, tra cui alcune più delicate adatte alla vita in appartamento, altre invece più rustiche perfette per giardini, stagni e laghetti.

Primula
Cura delle primule
Le primule sono piante che amano un’esposizione ombreggiata, quindi è preferibile sistemarle in una zona in cui possano prendere il primo sole del mattino, oppure nel tardo pomeriggio, poiché troppo sole le “cuocerebbe”! Mai sole diretto anche se si tengono in casa, magari posizionate su un davanzale.
Per ciò che riguarda l’acqua è bene ricordarsi che la loro necessità di avere sempre il terriccio umido è fondamentale per la bellezza e la salute della pianta, evitare però i ristagni nel sottovaso, che causerebbero muffe e compromissione della pianta stessa.
È possibile, di anno in anno, avere delle belle fioriture di primule, l’importante è saperle gestire in modo corretto, ad esempio a fine inverno si potrà provvedere alla concimazione a base di azoto in un primo periodo, per poi continuare in un secondo tempo con normale concime per piante da fiore due volte al mese.
Il terriccio dovrà essere ricco, ben fertilizzato e concimato, con torba. Se tenute nei vasi, ogni due anni circa andrebbero rinvasate, aggiungendo dell’humus e della sabbia per permettere di avere un terreno ricco, senza pericolosi ristagni di acqua.
È possibile provare a moltiplicarla per divisione dei cespi o per seme.

Primula
Quali sono le possibili malattie della primula?
Tra le possibili malattie che le piantine di primula posso avere troviamo principalmente:
Muffa grigia: si tratta di un fungo (Botrytis cinerea) che causa la comparsa di macchie scure, le quali poi diventano degli ammassi polverulenti grigi su foglie e fiori. L’eccesso di acqua può favorire tale muffa. La prima cosa da fare è eliminare le parti colpite ed il terriccio ammuffito, poi in un secondo tempo usare un anticrittogamico.
Ragnetto rosso
: si tratta di un acaro che si sviluppa in ambienti caldi e secchi. Si combatte con prodotti acaricidi.
Afidi
: attaccano sia le foglie sia i fiori, causando la deformazione dei nuovi germogli Si eliminano lavando la pianta per poi trattarla con insetticidi specifici.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  primavera   fiori   giardinaggio  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami