Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Olio essenziale di iris

Olio essenziale di iris

Nome poetico e romantico di donna o di fiore profumato dall’essenza così particolare da essere prelevata, lavorata e trasformata in creme per il corpo, oli essenziali e molto altro ancora.

Olio essenziale di iris

Caratteristiche generali dell'iris
Il giaggiolo o iris appartiene alla famiglia delle Iridiaceae, ordine delle Liliales, con più di 200 specie diverse, dal greco il suo nome significa “arcobaleno”.
Nel 1961 il botanico russo Rodionenko propose una sua classificazione la quale suddivide il genere iris in 9 generi distinti, tra cui i due gruppi principali sono Iris bulbosi e Iris rizomatosi.
Le specie rizomatose presentano fiori con corolle dai colori variegati: bianco, giallo chiaro, arancio, violetto.
Uno dei più famosi è il giglio di Firenze o giaggiolo bianco, tra i più belli, di origine europea, si tratta di un’erbacea perenne, con un rizoma strisciante, ramificato e particolarmente profumato; il fusto eretto va dai 15 ai 100 cm, tra i mesi di aprile e maggio regala dai 2 ai 4 fiori di colore violaceo-pallido o quasi bianco profumati e grandi, le foglie sono radicali a forma di sciabola, acuminate, dritte; mentre i frutti sono capsule oblunghe con parecchi semi bianchi.
Un altro iris molto comune è l'iris germanica o giaggiolo di S. Antonio o semplicemente iris, anche questo di origine europea, dai rizomi ben sviluppati e ramificati, fusto eretto con altezza dai 50 fino ai 200 cm, che in aprile e maggio dà bei fiori di colore viola intenso, ma poco profumati.
L’iris pallida o giaggiolo pallido o giaggiolo odoroso, di origine europea, diffusa nei luoghi aridi e rocciosi, ha un rizoma articolato, fiori delicatamente profumati.
Tra gli Iris con fioriture più belle e al contempo appariscenti troviamo quelli del gruppo degli Oncocyclus, come ad esempio l'iris susiana, originaria del Medioriente, con fiori grandi punteggiati e/o reticolati di grigio e di viola nerastro.

Iris
Olio essenziale di iris
Il delizioso profumo dell'iris viene racchiuso nell'olio essenziale, molto raro e prezioso perché richiede che i rizomi di questo fiore invecchino almeno 3 anni prima di poterlo estrarre. L'olio essenziale di iris viene usato per questo in essenze di alta profumeria.
Questo olio ha però anche pregiate proprietà lenitive, mucolitiche e decongestionanti, è efficace quindi per combattere affezioni alle vie respiratorie come raffreddore, tosse, raucedine, bronchite o sinusite: ottimi ed efficaci i suffimigi.
Aiuta inoltre a combattere la psoriasi combinando 1 goccia di olio essenziale di iris ogni 10 ml di olio d'oliva e applicando sulla parte da curare più volte al giorno.
Dato il suo alto costo, nell'acquisto fate attenzione a non prendere un olio adulterato o sintetico, che non andrebvbe assolutamente bene per uso interno.

Iris
Uso dell'iris in
ambito estetico
I rizomi di queste piante si usano da secoli in erboristeria e in farmacia, ma le peculiarità officinali permettono anche un loro uso in altri ambiti, ad esempio per fare polveri da usare poi in decotti e vini medicati, oppure per profumare gradevolmente alcuni cosmetici come le ciprie.
I prodotti a base di estratti di iris sono spesso utili per il rinnovamento cutaneo poiché favoriscono la rigenerazione cellulare, molto utilizzati quindi in creme, lozioni o sieri dedicati all'età femminile della menopausa.


Curiosità
Nel linguaggio dei fiori iris vuol dire fede, speranza e buona novella, infatti secondo la mitologia ellenica portava questo nome la messaggera degli dei.
L'iris è inoltre il simbolo del Regno di Francia di Luigi VII ed è anche considerato come l'orchidea dei poveri.
In aromaterapia il profumo di questo fiore dicono che aiuti a fortificare lo sguardo interiore e infonda intuizione: utile quindi come chiarimento nei momenti di confusione o di dubbio su quale scelta fare. Inoltre sblocca eventuali ostacoli al libero flusso dell'energia, in particolar modo tra il plesso solare e il quarto chakra Anahata, quello del cuore, dei sentimenti.
E' un fiore molto femminile, sia come profumo che come forma esteriore, ma dicono sia anche collegato alla Luna, in quanto ne scaccia i cattivi influssi favorendo sollievo dai dolori reumatici e da alterazioni dell'umore come angoscia, ansia e depressione.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  fiori   giardinaggio  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami