Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Muffa in casa

Muffa in casa

Spesso in casa si può formare la muffa sui muri e tra le piastrelle a causa si eccessiva umidità e rara areazione delle stanze. Vediamo come prevenire ed eliminare la muffa dalle stanze delle nostre abitazioni

Muffa in casa

È frequente il comparire della muffa in casa in quegli ambienti particolarmente umidi (es. il bagno) e che non vengono areati spesso. Le muffe oltre che essere antiestetiche per la casa, possono anche provocare delle allergie al pari degli acari.
Per evitare la formazione della muffa in casa bastano pochi accorgimenti, vediamo insieme quali sono.


Cosa sono le muffe?
Le muffe sono organismi di origine vegetale, entrano nelle nostre case dall’ambiente esterno utilizzando vari canali, spesso molto difficili da identificare e molto subdoli. Appartengono alla grande famiglia microscopica dei funghi, e possono appropriarsi indebitamente di pareti, pavimenti e piastrelle.
Ciò che per noi umani rappresenta la vera e propria problematica non sono le muffe in sé, ma le loro spore, che se respirate provocano dei seri problemi soprattutto a chi dimostra nei loro confronti una grande sensibilità e fragilità di difesa.
Le spore prodotte dalle muffe rappresentano l’elemento scatenante e aggressivo verso il nostro organismo.

Formazione della muffa in casa
Dove si formano le muffe
Le muffe e il loro prodotto, le possiamo trovare in diversi ambienti della casa, ad esempio in cucina, aprendo semplicemente il frigorifero, in questo caso sono per la maggior parte dei casi assolutamente invisibili, fatta eccezione per quelle dei formaggi. Le muffe poi si annidano tra le piastrelle del bagno e della cucina e in tutti quegli ambienti dove si può formare condensa.
Vediamo qualche accorgimento da adottare per evitare il formarsi della muffa.

Frigorifero

  • Meticolosa pulizia del frigo, (dopo averlo completamente svuotato), con acqua e aceto, evitando di usare, se possibile, prodotti chimici.
  • Pulire accuratamente le guarnizioni del frigo, spesso è proprio in questi luoghi che si annidano le muffe, molto più che sulle pareti. Cercate di aprirle, allargarle e pulirle con un panno umido.
  • Tenere sotto controllo la temperatura e l’umidità del frigo, tutti gli sbalzi di temperatura possono causare problemi di muffa.
  • Evitate di inserire nel frigo alimenti con terra e dunque apportare “terreno fertile” per la riproduzione di batteri e germi in generale.

Piastrelle
Le piastrelle della cucina, come quelle del bagno, possono rappresentare un buon terreno propriamente adatto per la moltiplicazione delle muffe. Ecco cosa fare:

  • Pulire periodicamente le piastrelle, usate anche in questo caso preferibilmente detersivi naturali, (altrettanto efficaci al pari di quelli chimici), alcol, candeggina.
  • Usare il vapore per la pulizia: In questo caso però tenete presente che se il vapore non si asciuga bene la parte trattata può rappresentare paradossalmente più un potenziale rischio che un reale aiuto. Le muffe, infatti, si annidano proprio in tutti quei luoghi in cui l’umidità regna sovrana, ecco perché se si usa il vapore per pulire è bene non lasciare la parte umida, ma provvedere a farla asciugare perfettamente, creando anche delle correnti di aria.

Un alleato delle muffe è sicuramente l’acqua, controllare se esistono anche le più piccole perdite nell’abitazione, le infiltrazioni di acqua causa facilmente a lungo andare le muffe e in questo caso si potrà ovviare il problema con un buon sistema di coibentazione, facendo asciugare con attenzione le zone umide.

Cambiare spesso aria per evitare le muffe

Astuzie da adottare in casa per evitare le muffe

  • Cambiare frequentemente l’aria
    È arrivato il momento di parlare di aria, la nemica numero uno dell’umidità, in casa è sempre necessario adottare un buon principio basato sulla frequenza di ricambio di aria che sarà da mettere in pratica anche più volte il giorno. Questa semplice pratica non favorirà la presenza di umidità ostacolando in modo semplice ma efficace lo sviluppo delle muffe.
  • Usare un deumidificatore
    La presenza in alcune case di un buon deumidificatore è essenziale, esistono, infatti, delle realtà abitative in cui la presenza di umidità è davvero troppo alta, ad esempio nelle case che richiederebbero bonifica perché magari vecchie, in questi casi se si ha davanti una parete umida interna o esterna si ha la sicura possibilità di veder sviluppare prima o poi delle antipatiche muffe. Ecco allora la soluzione a portata di mano rappresentata dal deumidificatore.
  • Controllare impianto di climatizzazione
    Per l’impianto di climatizzazione, che sicuramente in certi periodi dell’anno è molto utile, è necessario ricordare che va assolutamente e periodicamente monitorato e attuata un’adeguata manutenzione dei filtri.
  • Non far aderire i mobili alle pareti
    Altro piccolo accorgimento utile è quello di non fa aderire mai i mobili alla parete, ma lasciare anche solo un piccolissimo spazio atto a favorire la circolazione dell’aria, in questo modo si eviterà la potenziale formazione di muffe dietro un mobile se la parte è magari attaccata da umidità.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da yc235t
     

    Ho avuto anche io per anni problemi di muffe diffuse in casa ed ho provato di tutto dai prodotti a base di cloro fino a dubbie sostanze che promettevano miracoli.
    Ormai però ho risolto, da quando ho conosciuto un prodotto veramente efficace e sicuro per la salute.
    Ora non so se qui posso citarlo, posso dirvi che è un antisale che, con un principio del tutto diverso dai soliti prodotti in commercio, risolve ala radice la condensa e l'umidità muraria e quindi annienta le muffe per sempre.
    Lo trovate su tutti i motori cercando antisali innovativo. Spero di esservi stato di aiuto.

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami