Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Materiali arredamento da esterno

Materiali arredamento da esterno

Tempo di vivere all’aria aperta, è arrivata la primavera e poi sarà la volta dell’estate, ecco allora il desiderio irrefrenabile di scegliere dove e come passare magari un momento di relax, per i più fortunati che abitano fuori dalle grosse città, già al ritorno da una giornata di lavoro, per chi invece concentra solo nel week-end, il verde sarà ancora più apprezzato.

Materiali arredamento da esterno

Materiali per arredamento da esterno
Per poter stare all’aperto oggi vi sono mille comodità, sedie, sdraio, amache e tantissimi accessori che rendono bellissimi e allegri anche i più piccoli giardini.
I materiali di tavoli, sedie e qualsiasi cosa debba stare all’aperto, vanno scelti con cura, magari investendo qualche soldino in più per avere la certezza della loro massima durata e anche una garanzia maggiore sulla qualità e funzionalità.

Il legno
Tra i materiali classici che danno calore e un senso di relax, non può mancare il legno, perfetto per creare angoli grazie all’avvicinamento di divani, sedie e tavoli, più è di qualità minore sarà la sua manutenzione.

  • Teak birmano: tra i legni migliori vi è il teak birmano, con la peculiarità di essere particolarmente resistente e massiccio.
  • Legno massello: per le fioriere in legno è indicato il legno massello, spesso originario della Svezia, meglio se trattato con vernici ecologiche repellenti sia ai raggi solari sia alla pioggia e all’acqua in generale.
  • Frassino: Tra i tipi di legno meno indicati vi è sicuramente il frassino, che è molto bello esteticamente grazie al suo colore bianco rosato e alla sua robustezza e flessibilità, ma purtroppo non è forte nei confronti delle intemperie, dunque se si dovessero scegliere accessori costruiti con questo legno sarà bene proteggerli accuratamente.

Pulitura e mantenimneto degli arredi in legno
Per pulire panche, tavoli, sedie di legno non usate detergenti aggressivi si insinuerebbero nelle porosità e a lungo andare lo rovinerebbero. E’ sufficiente passare una spugnetta con sapone neutro nel verso della venatura, poi ripassare con una spugnetta imbevuta solo di acqua ed infine asciugare. Nella stagione fredda è comunque consigliato mettere gli arredi in legno in luogo fresco e asciutto, ideale ad esempio riporli in cantina.

Arredamento da esterno in legno
Metallo
Il metallo è un elemento molto usato per l’arredamento dei giardini, poiché è indeformabile, resistente, non assorbe i liquidi o i detergenti, quindi molto igienico. Oggi con i moderni trattamenti è resistente alle intemperie, infatti, è sottoposto a zincatura (bagno in vasche piene di zinco), oppure a fosfatazione (copertura sottile di fosfato) o ancora copertura grazie a vernici epossidiche, le quali aderendo bene alla superficie, la permealizzano.

Pulitura e mantenimneto degli arredi in metallo

Il metallo è facile da pulire, basta passare una spugna umida con un goccio di detergente delicato, tipo sapone di Marsiglia e asciugare con pelle di daino.
Non usare pagliette abrasive o candeggina, se vi è la presenza di calcare è meglio pulire con acqua mescolata ad aceto bianco ed usare una spugna morbida.

Arredamento da esterno in metallo
Fibre naturali
Nell’arredamento da giardino possono essere utilizzate, oggi molto di moda, diverse fibre naturali, vediamo le principali:

  • Banano: si tratta delle foglie di banano raccolte, fatte essiccare e lavorate solo a mano fino a formare delle lunghe e resistenti corde, impiegate poi per fabbricare sedie, pouf, piccoli divani, o tavoli.
  • Giunco o rattan: arriva dal sud- est asiatico, si tratta di una canna piena di una particolare palma
  • Giacinto d’acqua: pianta che vive nell’acqua (Indonesia), si raccoglie, si fa seccare e poi come il banano si lavora a mano.

Pulitura e mantenimneto degli arredi in fibre naturali
In tutti questi casi di materiali naturali si tratta di prodotti molto belli ma al contempo anche molto delicati, per ciò che concerne la manutenzione, infatti, vanno periodicamente puliti con spazzole, ma va anche bene l’aspirapolvere, per eliminare la polvere che facilmente si può annidare.
Se si dovessero formare degli aloni o tracce di muffa, si potranno eliminare con uno straccio umido bagnato leggermente con ammoniaca.

Arredamento da esterno in fibre naturali

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da Perl
     

    Anche io ho arredato il mio giardino con sedie e amache in teak e devo dire che sono davvero entusiasta del mio acquisto, perchè non vedo l'ora di tornare a casa dal lavoro per rilassarmi e dondolandomi sulla mia amaca nuova!!

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami