Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Come evitare le tarme nei vestiti, poche semplici regole - Parte 1 di 2

Come evitare le tarme nei vestiti, poche semplici regole

Devastano e rovinano i vestiti e non solo quelli di lana, ma queste fastidiose "farfalline" si possono eliminare

Come evitare le tarme nei vestiti, poche semplici regole

Si sta per archiviare finalmente l'inverno e con lui anche gli abiti pesanti che andranno riposti correttamente, ma come evitare le tarme nei vestiti che potremmo così ritrovare rovinati al ritorno della stagione fredda?
È necessario agire con alcune accortezze per poter avere la tranquillità di riporre maglie, maglioni, cappotti e capi spalla in modo corretto e senza il rischio di sgradite sorprese.
Anche gli indumenti che usate abitualmente possono essere attaccati, ma è semplice evitarlo.

Tarme, cosa sono
Le tarme, anche chiamate camole, fanno parte della famiglia dei lepidotteri, sono quindi delle piccole farfalline che si nutrono di tessuti come lana, seta ed anche cotone e da prodotti cheratinosi (come i capelli). Preferiscono quindi la lana che ha un naturale contenuto di cheratina ma anche tessuti non puliti e con residui di sudore, questo perché hanno un contenuto di umidità che permette alla tarma di dissetarsi. A rovinare i vestiti sono le larve che, nate dalle uova, si nutrono del tessuto per poi crescere e trasformarsi in farfalla. Per evitare le tarme nei vestiti è quindi importante non lasciare depositare le uova.

Di , © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami