Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Come pulire il parquet, la corretta manutenzione

Come pulire il parquet, la corretta manutenzione

Grazie a trattamenti specifici è semplice mantenere bello il parquet. Ma ecco, alcune, ulteriori "dritte" per la sua corretta pulizia

Come pulire il parquet, la corretta manutenzione

Il parquet è diventata ormai una delle pavimentazioni molto usate nelle case e non solo riservata, come un tempo, solo alla zona notte e al soggiorno, ma in tutti gli ambienti, questo grazie alla bellezza e al calore che il legno genera naturalmente.
Ha però caratteristiche intrinseche molto diverse rispetto alla normale ceramica tra cui la metodologia di detersione.
Sapere come pulire il parquet correttamente è fondamentale per mantenerlo bello e conservarlo a lungo senza che ne risultino macchie, segni o danni indelebili.
Vediamo quali sono le tecniche da utilizzare per una corretta manutenzione ed invece cosa è meglio evitare.

Il parquet oggi: caratteristiche del materiale
Grazie all'evoluzione tecnologica, il parquet è un materiale sempre più utilizzato, grazie alla riduzione dei suoi problemi di delicatezza grazie a molti nuovi trattamenti applicabili. Se prima veniva impiegato solo in alcune zone della casa molto poco frequentate per evitare di rigarlo o segnarlo indelebilmente, oggi il suo uso non conosce limiti grazie a cere e nuovi “rivestimenti” che lo rendono quasi inattaccabile. Il parquet è considerato un materiale “vivo”, ovvero influenzabile dall'ambiente esterno, ma che rilascia un “calore” intrinseco che altri rivestimenti non hanno. Rimane, però, sempre un pavimento su cui si riversa sporcizia e residui, quindi è fondamentale sapere come pulire il parquet nel giusto modo.

Prevenire
Anche se è importante sapere come pulire il parquet, come per molte altre situazioni la prevenzione è però strategica. Il legno cambia colore per l'esposizione alla luce, il sole diretto va però a modificare intensamente il parquet, soprattutto quando è molto forte. Per evitare che questo accada è meglio usare delle tende alle finestre o posizionare dei tappeti in loro prossimità per coprire la zona che sarebbe eccessivamente illuminata e impedendo che si creino aree molto più chiare di altre.
Durante gli anni possono verificarsi alcuni piccoli inconvenienti, come quello di rovesciare dell'acqua o altri liquidi per terra. Nulla di allarmante ma non lasciate che ristagnino per terra, asciugando il prima possibile. Se poi vi accorgete che avete umidità in casa, attivatevi per eliminarla.
Anche camminare in casa con gli scarponi da montagna, magari senza pulirli nello zerbino, oltre che poco igienico, può rovinare il parquet; quindi, per non "costringere" gli ospiti ad usare le “pattine” basta solo abilmente suggerire di pulire bene le scarpe prima di entrare.

Manutenzione ordinaria
Scopriamo come pulire il parquet quotidianamente o nella normale routine di pulizia della casa.
Si può impiegare un aspirapolvere -  tutti i modelli dispongono di spazzole da parquet - per i residui più grossi, oppure se si tratta solo di rimuovere la polvere, è sufficiente passare un panno elettrostatico. Per lavare il parquet serve un panno appena umido, bagnato con o solo acqua o acqua e detersivo specifico, ripassando successivamente con uno straccio di cotone asciutto. Seguite sempre le istruzioni per la diluizione che sono riportate sulla confezione.
Da evitare erogatori di vapore sempre per l'influenza negativa che l'acqua o l'umidità eccessiva possono avere sul legno e, tra i vari prodotti, vietati candeggina, alcool, ammoniaca e similari.

Manutenzione straordinaria
Il parquet è un materiale soggetto ad usura. Questo non significa che si può consumare il legno, ma che il trattamento utilizzato (verniciatura, a cera o oliatura) progressivamente a causa del “camminamento” si rimuove. Verificate quindi ogni quanto è consigliato dal produttore la ripetizione del trattamento che andrà anche a rimuovere quei segni che non si riescono ad eliminare. Se osservando il vostro pavimento vi accorgete di zone che non sono sporche ma particolarmente “rovinate”, chiedete consiglio ad un esperto per capire se è il caso di eseguire una manutenzione straordinaria locale o più estesa.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami