Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Come pulire il materasso

Come pulire il materasso

La corretta manutenzione del materasso permette di conservarlo nel tempo, evitando un'eccessiva usura. Oggi vediamo come pulirlo, intervenendo sui principali tipi di macchie e ovviamente sulla cura periodica

Come pulire il materasso

Uno degli investimenti più importanti quando si acquista casa nuova, è quello del materasso. È meglio spendere qualche decina di euro in più piuttosto che andare a risparmio, in modo tale da assicurarsi un prodotto destinato a durare nel tempo e soprattutto, un sonno migliore.


Tuttavia, per quanto sia buono il materasso che avete scelto, se non eseguite una manutenzione periodica, c'è il rischio che si rovini prima del tempo. Appena lo avete scelto ad esempio e per tutti i tre mesi successivi, dovete ricordarvi di capovolgerlo una volta a settimana, alternando anche testa-piedi. Passato questo periodo di assestamento, ricordatevi di capovolgerlo una volta ogni due mesi.


Fare la manutenzione richiede tempo, ma di certo ne vale la pena, soprattutto se non siete andati a risparmio ma avete tenuto presente che un buon materasso permette di dormire meglio. Adesso, vediamo nel dettaglio come pulire il materasso, passo per passo.


Come mantenerlo pulito
La prima regola è quella di non mangiare, bere e fumare a letto. Fare una macchia è più semplice di quanto si possa pensare, mentre toglierla richiede tempo e fatica. Dovete anche lasciarlo arieggiare ogni giorno, lasciando scoperto con la finestra aperta. In questo modo l'umidità avrà tempo di andar via. La stanza deve arieggiare bene per almeno un'ora al giorno.


Oltre a combattere gli acari della polvere, cosa importantissima soprattutto se in casa c'è qualcuno che soffre di allergia, questo semplice consiglio vi aiuterà a prevenire la formazione della muffa. Se ormai è troppo tardi e si è già formata, vediamo come dovete comportarvi.

Come pulire il materasso dalla muffa
L'umidità in casa può portare alla formazione di muffe sul materasso, le pareti e i mobili. Spesso pensiamo al problema estetico ma, la cosa che dovrebbe preoccuparci maggiormente, è il danno che questi funghi provocano sul nostro organismo.


La muffa cresce negli ambienti umidi e caldi. L'estate in particolar modo, sudando durante la notte sul materasso, andate a bagnarlo. Se non si asciuga bene, nel giro di poco tempo potrebbero presentarsi le muffe, causando problemi a livello respiratorio anche gravi.


Prevenire è meglio che curare. Lasciate sempre arieggiare bene il materasso e, periodicamente, spostatelo in una parte della casa dove ci batte il sole. In questo modo avrete modo di asciugarlo bene. Se le muffe si sono già formate invece, passate l'aspirapolvere su tutti e due i lati per pulire il materasso bene.


Dopo, prendete un panno pulito e immergetelo in una miscela precedentemente preparata di alcool isopropilico e acqua calda (devono essere presenti in parti uguali). Tamponate leggermente, per non danneggiare il tessuto. Dopo, esponete il materasso alla luce diretta del sole per qualche ora. Per uccidere ogni spora, spruzzate un disinfettante su tutto il materasso e lasciate ancora asciugare. Se continua ancora a puzzare e le muffe si presentano ancora nel tempo, vi conviene cambiarlo perché le spore sono già in profondità ed è impossibile rimuoverle.


Come rimuovere le classiche macchie

  • Sudore: pulire il materasso dalle macchie di sudore è un problema piuttosto comune da affrontare. Dovete inumidire la macchia, versarci sopra del borato di sodio e strofinare. Quando la macchia è sbiadita, lasciate che il borato secchi sopra. Dopo aspiratelo.
  • Urina: chi ha bambini piccoli in casa, deve affrontare il problema dell'enuresi. Se ormai il danno è avvenuto, assorbite tutto il liquido in eccesso con la carta assorbente. Dopo, spruzzate sulla macchia una soluzione di aceto bianco e acqua tiepida. Tamponate di nuovo e ripetere il procedimento per due o tre volte. Fate asciugare il materasso all'aria.
  • Sangue: quando la macchia è fresca, mescolate in 600 ml di acqua fredda, 100 gr di bicarbonato di sodio. Mettete la miscela in una bottiglia spray, spruzzare sulla zona. Tamponare con un panno asciutto. Ripetete fino a quando la macchia non va via. Dopo, lasciate asciugare all'aria il materasso.

Di Claudia Lemmi, © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami