Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Come lavare i piumini da letto

Come lavare i piumini da letto

È arrivata la primavera, armatevi di pazienza e dedicatevi al cambio dell'armadio, la pulizia profonda della casa e il lavaggio dei piumini da letto per poterli poi riporre. È il momento di tirar fuori le trapunte leggere e dimenticarsi, per il momento, di quelle invernali

Come lavare i piumini da letto

I piumini devono essere lavati con attenzione e seguendo determinate regole, altrimenti c'è il rischio di danneggiare il tessuto e la piuma. Una corretta manutenzione permette di mantenerlo in ottime condizioni a lungo nel tempo. Approfittate quindi delle pulizie di primavera e il cambio dell'armadio per farlo!

 

Proteggerlo dalla polvere

Prima ancora di lavare i piumini da letto, è importante evitare che si danneggino e restino esposti alla polvere. Quindi, optate per rivestirli con un lenzuolo a sacco o se preferite, un copriletto, il quale li protegge anche da macchie accidentali e strappi. Il telo può essere messo a lavare spesso e, nel frattempo, sostituito dal ricambio che non deve mai mancare.

 

Esporlo all'aria

Il piumino deve essere esposto all'aria frequentemente, possibilmente ogni mattina per almeno 15 minuti, in questo modo le piume si rigenerano e si previene la formazione dei cattivi odori. Inoltre, perde l'umidità che ha inevitabilmente assorbito durante la notte.

 

Scuoterlo

Ricordatevi di scuoterlo con delicatezza almeno due volte a settimana, così da rimuovere la polvere che potrebbe comunque essersi depositata, usando anche una spazzola leggera. Se scuotete con forza, c'è il rischio che si rompano le piume, diventando così fibre e filamenti. Evitate sia il battipanni che l'aspirapolvere, perché anche loro danneggiano le piume.

 

No ai lavaggi frequenti

Il lavaggio frequente non fa bene al piumino. È importante quindi che non lo sottoponiate troppo spesso a questo stress. Gli esperti consigliano di lavarlo una, al massimo due volte l'anno, l'ideale è appunto approfittare del cambio di stagione.

 

Le temperature adatte

Se da una parte le piume sembrano non temere affatto le temperature più alte, ideali per sterilizzare il materiale a fondo, le fodere e i tessuti non amano particolarmente questo trattamento. È bene quindi lavare con acqua e sapone, a una temperatura di circa 50° o 60°.

 

Lavando il piumone da letto in lavatrice, dovete far attenzione che il risciacquo sia totale e molto accurato, e abbiate cura di ripeterlo più volte per eliminare totalmente il sapone.

 

Il lavaggio in lavanderia
Per lavare i piumini da letto una volta l'anno soltanto, potete tranquillamente ricorrere alla lavanderia. Prima però, consultate le istruzioni che sono presenti sull'etichetta e fatelo presente anche al professionista al quale vi rivolgete.

 

Asciugatura

Potete utilizzare sia l'asciugatrice, ma solo a medie temperature, sia affidarvi all'aria aperta. Quest'ultima è la soluzione ideale, ma è importante far attenzione che il piumino non entri a contatto con il sole diretto.

 

Come riporlo in modo idoneo

Non è da sottovalutare questo aspetto. Dovete scegliere un luogo asciutto, lontano da fonti di umidità. Vanno evitate assolutamente le buste sintetiche e tutte le scatole plastificate. Quindi, scegliete un telo di cotone: protegge i piumini da letto dalla polvere, ma allo stesso tempo garantisce il giusto ricambio d'aria.

Di Claudia Lemmi, © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami