Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Cimici dei letti: come prevenirle e come eliminarle - Parte 1 di 2

Cimici dei letti: come prevenirle e come eliminarle

Fastidiosi insetti che si nutrono di sangue umano o di animali, stanno ritornando ad infestare paesi e case, ecco come evitarle o debellarle

Cimici dei letti: come prevenirle e come eliminarle

Le cimici dei letti sono degli insetti invasivi e molto fastidiosi.
Anche se non sono così pericolose, la loro presenza non è assolutamente piacevole.
Molto frequenti in passato anche nel nostro paese a causa della scarsa igiene, la loro proliferazione ebbe uno stop dopo la guerra e la comparsa del DDT.
Ultimamente questi insetti si sono ripresentati a causa di viaggi e spostamenti itineranti, e data la loro resistenza sviluppata da questi parassiti, è difficile individuarli ed è quindi necessario fare molta attenzione.
Si nutrono di sangue umano o animale e proliferano velocemente ma fortunatamente si possono eliminare.


Cosa sono
Le cimici dei letti (cimex lectularius) è definito un insetto ectoparassita ematofago ovvero che si nutre di sangue caldo ed è parte della famiglia delle cimicia cui somigliano molto nella forma, sono però di colore rosso-bruno e di lunghezza di circa 6mm e, come le zecche, hanno una bocca che si aggancia e permette all'insetto di succhiare il sangue. Sono insetti che vivono in gruppi o colonie e che non amano il sole e la luce, infatti di giorno rimangono nei nidi nascoste e iniziano a muoversi e ad attaccare durante la notte. Vivono e proliferano a temperature tra i 15° ed i 37°, al di fuori di questo intervallo sono inattive.

Dove si annidano
Nelle case scelgono spesso la camera da letto e si vanno ad annidare nei bordi dei tappeti, nelle prese di corrente, nelle doghe dei letti, dietro ai quadri, ma anche nelle cuciture dei materassi o nelle crepe del legno o dei muri. Se vedete quindi dei puntini neri in questi luoghi o in altre zone nascoste alla luce, purtroppo avete in casa questi indesiderati ospiti e bisogna pulire bene ovunque.


Come capire se si è vittime delle cimici dei letti
Se vi accorgete di avere delle piccole punture nelle zone scoperte come braccia, gambe, collo e viso che danno molto prurito e non ci sono segni evidenti di punture di zanzara, forse sono le cimici. L'intolleranza ed il prurito possono anche non essere immediati ma comparire dopo qualche ora dal morso dell'insetto.

Di , © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami