Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Attrezzi da giardinaggio: nomi e uso

Attrezzi da giardinaggio: nomi e uso

Per chi ama avere le mani sporche di terra, provare a sperimentare semi, apprezzare la lenta crescita di esili e fragili piante che poi magicamente diventano alte, robuste e ci donano fiori, frutti e profumi unici è una sensazione unica e gradevole da provare.

Attrezzi da giardinaggio
Il più piccolo e inesperto giardiniere sa comunque che per poter operare nel suo territorio, sia esso un balcone, un terrazzo o un bell’orto deve necessariamente avere degli strumenti adeguati, diciamo che all’inizio potranno essere “pochi ma buoni” sì proprio come si dice per gli amici, poi crescendo con l’esperienza e la voglia di cimentarsi in nuove strade della botanica o dell’agricoltura, allora si avrà il bisogno di acquistarne di nuovi, di arricchire la strumentazione per lavorare meglio.

Attrezzi da giardinaggio più utili

  • Rastrellino a 5 denti: si usa ad esempio nei piccoli orti per eliminare sassolini, sterpaglie e per preparare il terreno alla successiva semina.
  • Estirpatore: si tratta di uno strumento costituito da un’unica lama che termina a “V”, si usa per eliminare le radici a fittone di tutte quelle piante infestanti, in questo modo si toglie la radice ma non si rovina il resto del prato o dell’orto.
  • Zappetta a lama quadra con tridente: la lama si usa per zappettare e rompere le zolle di terra, i tridente si usa per preparare il terreno alla semina.
  • Rastrellino a tre denti: si usa in balcone o terrazzo poiché è adatto proprio per i vasi, stessa finalità e uso si può dire della Palettina larga (anch’essa è piccola e dunque adatta per la “città”!).
  • Trapiantatore largo: si usa per trapiantare piante di piccole dimensioni sia in terra piena che in vaso.
  • Forbici per siepi: si tratta di piccole forbici che si usano sia per tagliare arbusti, siepi di piccole dimensioni, rami sottili in generale (ad esempio quelli di giovani rose ecc).
  • Forbici da potatura: sono di piccole dimensioni, adatte per potare moltissime piante purché non di grandi dimensioni.
  • Innaffiatoio: in base alla vostre necessità, ne esistono di dimensioni diverse e di materiale vario, ad esempio di plastica; questi ovviamente sono molto leggeri e pratici. La misura dovrà essere capace di contenere circa 12 litri, ciò ci eviterà di fare troppi “viaggi” dal rubinetto al balcone!

Annaffiatoio
Attrezzi da giardinaggio per piantare

  • Pianta bulbi: può essere con manico corto o lungo, indipendentemente da ciò è un attrezzo che non tutti usano poiché richiede un particolare lavoro del polso.
  • Piantatoio: utile per piantare ad esempio i bulbi di aglio, cipolla, o altri ortaggi. In realtà, basta guardare i contadini e il loro senso di economia, è sufficiente procurarsi un ramo robusto, intagliarlo e il piantatoio è fatto!

Piantabulbi

Attrezzi per prati

  • Ramazza: utile per pulire tutte le pavimentazioni
  • Tagliabordi a mezzaluna: serve per tagliare i bordi, è una mezzaluna con un lungo manico.
  • Scopa di metallo: si tratta di una sorta di scopa a rastrello, molto pratico poiché si apre a ventaglio con tanti piccoli uncini al fondo, usarlo sul prato serve per portare via foglie secche, muschio e quindi far respirare il prato.

Scopa di metallo per prato

Attrezzi per potare

  • Tagliarami: si usa per potare i rami alti, evitando di salire pericolosamente sulle scale. Ad esempio sono pratici quelli con manico telescopico (allungabile) e con carrucola in cui il filo scorre.
  • Coltello da giardiniere: i suoi usi sono vastissimi, è uno di quei strumenti da avere sempre con sé in tasca, ad esempio se dobbiamo prelevare delle talee, se si deve tagliare corda o fili vari, se si vogliono tagliare dei fiori ecc.

Coltello da giardiniere

Manutenzione degli attrezzi da giardinaggio

Gli attrezzi devono essere sempre tenuti con cura, riposti possibilmente non all’aperto, poiché se esposti alle intemperie potrebbero rovinarsi prima del tempo e non assolvere al meglio la loro funzione.

Per affilarli procuratevi una pietra affilalame, la quale dovrà essere unta con qualche goccia di olio, a questo punto è pronta per affilare i vostri piccoli strumenti, invece per la zappa o la vanga ad esempio meglio usare una morsa nella quale bloccherete lo strumento e poi con una semplice lima da ferro procederete ad affilare.

Pulite i vostri strumenti dalla terra, sempre!
Non dimenticatevi mai di questo semplice consiglio che però preserverà per molto tempo la strumentazione del giardiniere. Abbiate allora sempre a disposizione della sabbia all’interno di un secchio.
Buon giardinaggio a tutti!

Di © Riproduzione Riservata
TAG  giardino  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami