Home » Bellezza » Trucco » Composizione di una crema contorno occhi

Composizione di una crema contorno occhi

E’ uno dei prodotti che viene spesso utilizzato per contrastare la formazione delle rughe, ma non sappiamo esattamente cosa contiene. Andiamo a vederne gli elementi principali.

Composizione di una crema contorno occhi


Crema contorno occhi

 

Talvolta ci si chiede cosa contengano le cremine più o meno miracolose che popolano il nostro beauty case o le mensole del nostro bagno.

Abbiamo quindi preso un contorno occhi di marca, distribuito in farmacia, e ne abbiamo analizzato il contenuto. Come ingrediente base troviamo l’acqua, che compone gran parte di noi e di tutto ciò che ci circonda.

Continuando a leggere gli ingredienti troviamo anche:

 

Lecitina: una sostanza che troviamo nelle uova e che serve come agente emolliente e ha una funzione legante con l’acqua.

Tocoferolo: non è altro che un veicolatore di vitamina E, che è l’antiossidante per eccellenza, da applicare direttamente sulla pelle, per combattere arrossamenti, gonfiori, inspessimento cutaneo, Acquadanni causati dal sole e quindi per prevenire la formazione delle rughe e attenuare quelle presenti.

Acido linoleico: è un addensante e idratante che aiuta a formare una barriera contro gli agenti esterni.

Mannitolo: è uno sgonfiante naturale derivato da alghe o funghi.

Glicerile Stearato: insieme di grassi e oli utilizzati per idratare e come acqua leganti.

PEG-100 Stearato: è un miscelatore di sostanze, mantiene gli ingredienti del prodotto legati tra loro.

Triticum Vulgare: o più semplicemente olio di germe di grano, è uno dei fattori idratanti naturali più comuni, ha una struttura molecolare simile ai grassi contenuti nell’epidermide e serve quindi per mantenere la pelle sana e intatta.

Cetyl Acetato: emulsionante naturale derivato dalla noce di cocco.

Propilene Glicolico Dicaprate: serve a mantenere la fluidità del prodotto, è un agente artificiale, usato in rapporto percentuale massimo, anche utilizzato nel mondo della meccanica come fluidificante dei liquidi quali gli oli.

Composizione creme controno occhiLaureth-7: è un tensioattivo, cioè una sostanza che permette agli elementi cui è legato di essere assorbito più facilmente.

Camelia oleifera: facente parte del gruppo di piante definite tè verdi, contiene polifenoli, sostanze che difendono dai raggi UVA nocivi del sole, oltre che essere un antiossidante.

Pyrus malus: tipo di mela da cui si estrae una peptica che idrata e addensa.

PPG-2 propinato: miscela di sostanze glicoliche grasse, utilizzata come ammorbidente ed emolliente estratto dalla canna da zucchero, aiuta l’esfoliazione naturale della pelle.

Acido Glicirretico: estratto dalla canna da zucchero, ha proprietà antinfiammatorie.

Retinolo: è il nome della molecola unica della vitamina A. Stimola la ricezione delle sostanze attive della pelle. È convertito in acido retinoico quando è assorbito dall’epidermide. Aiuta la rigenerazione delle cellule, mantenendo o migliorando la struttura della pelle se danneggiata.

Camomilla recutita: i flavonoidi apigenina, quercetina, patuletina, luteolina derivati da questa pianta agiscono come antiossidanti e operano un’azione antimicrobica e sgonfiante se applicata esternamente.

Tromethamina: sostanza che mantiene costante l’acidità dei composti in cui è contenuta mantenendo quindi il pH naturale della pelle su cui la sostanza è applicata.

Methylparabene, Ethylparabene, Propylparabene: fanno parte dei componenti definiti parabeni, che sono dei conservanti a basso impatto irritante, usati spessissimo in cosmetica per evitare allergie.

 

OcchioCome vedete gli agenti veramente attivi sono pochissimi, anche se spesso le combinazioni di percentuali e di mix d’ingredienti diventano parte di brevetti registrati dalle singole case cosmetiche. Questo vuol dire che le sostanze base sono comunemente le stesse, sono quindi le scelte di combinazione che fanno la differenza. Entrano poi in gioco i fattori di conservazione, poiché anche i prodotti cosmetici hanno scadenza, in quanto contenenti sostanze che si deteriorano. Attenzione quindi che sia indicata la data di scadenza sulla confezione. Un altro consiglio è sempre quello di affidarsi a marchi noti o a negozi di fiducia per evitare di incappare in prodotti poco sicuri e di dubbia provenienza.

 


Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami