Home » Bellezza » Corpo » Trattamenti pre e post peeling

Trattamenti pre e post peeling

Per ottenere risultati soddisfacenti i trattamenti estetici richiedono competenza da parte di chi li effettua, ma anche conoscenza e cura da parte del paziente

Trattamenti pre e post peeling

PeelingDopo aver descritto in cosa consiste il peeling e a chi è consigliato, ecco qualche consiglio sulla fase preparatoria e quella post trattamento.


Prima di procedere con il peeling è consigliabile una preparazione corretta della pelle, ad esempio utilizzando formulazioni domiciliari contenenti alfa-idrossi-acidi nelle due settimane precedenti il trattamento.

Questo tipo di preparazione della cute consente di ottenere un risultato più evidente e una più rapida riepitelizzazione, in modo così da diminuire il rischio di infezioni e complicanze. L'uso di cosmetici contenenti acido glicolico, nelle settimane precedenti il peeling, assicura allo stesso modo una più veloce riepitelizzazione e guarigione della pelle.

È consigliabile anche l'uso di sostanze depigmentanti per prevenire ed attenuare la comparsa di iperpigmentazioni post-infiammatorie. Il meccanismo d'azione di queste sostanze è quello di inibire la tirosinasi, enzima responsabile della conversione della tirosina in L-dopa, quindi, utilizzando per qualche settimana prima di un peeling una sostanza ad effetto schiarente che blocca la tirosinasi e impedisce la deposizione della melanina sulla superficie cutanea, diminuendo il rischio di reazioni post-infiammatorie e di pigmentazioni anomale.


Chi desidera sottoporsi ad un peeling chimico deve essere correttamente informato sulle modalità del trattamento stesso, ad esempio che tipo di benefici si possono ottenere, quali sono i tempi di guarigione, quali sono i disagi che deve affrontare nel periodo post-peeling, quali sono i rischi della procedura.

L'informazione corretta e puntuale sulle reazioni cutanee, sul comportamento ed il protocollo domiciliare post-peeling che il paziente deve gestire nel periodo successivo al trattamento è importante per stabilire un rapporto di perfetta collaborazione tra il medico ed il paziente ed ottimizzare i risultati. Il medico dovrà fotografare il paziente prima e dopo i trattamenti, così da poter monitorare i risultati.


PeelingCome per la fase preparatoria, anche per la fase post trattamento il paziente deve essere correttamente informato sulle procedure da eseguire, per evitare disagi e complicanze. Ad esempio la pelle deve essere detersa con un detergente delicato, risciacquata con cura ed estrema delicatezza. È necessario, dopo il risciacquo, asciugare la cute evitando qualsiasi tipo di sfregamento o irritazione per non provocare esfoliazione precoce in qualche zona di pelle, utilizzare asciugamani di lino, evitando quelli di spugna.

Nei giorni post-peeling è necessario mantenere la cute costantemente protetta con un prodotto emolliente, che dovrà essere applicato con delicatezza, evitando manovre manuali aggressive.

È importante, infine, raccomandare al paziente di evitare in maniera assoluta esposizioni al sole o a lampade UVA-UVB, soprattutto nel caso di pelli scure e predisposte ad iperpigmentazione, per almeno due mesi dopo l'applicazione del peeling. Si raccomanda di usare con estrema disciplina, ogni giorno, un prodotto contenente schermi e filtri solari protettivi, anche in casa.


Per quanto riguarda il tempo di guarigione, questo varia sia a seconda del tipo di pelle, sia a seconda della concentrazione di acido utilizzata ad esempio con concentrazioni dal 10% al 15% si può guarire entro i 4 giorni successivi, con concentrazioni superiori si va dagli 8 ai 12 giorni.

Infine è importante rivolgersi sempre ad ottimi specialisti per questi tipi di trattamenti, poiché essendo particolarmente aggressivi potrebbero lasciare “cattivi ricordi” ed ottenere l'effetto opposto a quello desiderato.


Di Antonella Napoli © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami