Home » Bellezza » Corpo » Spugna Konjac, esfoliazione naturale per pelli delicate

Spugna Konjac, esfoliazione naturale per pelli delicate

Esfoliare in modo delicatissimo per chi ha problemi di pelle è possibile grazie alla spugna Konjac

Spugna Konjac, esfoliazione naturale per pelli delicate

La spugna Konjac sembra essere una delle ultime novità in fatto di detersione e pulizia della pelle del viso. Un prodotto naturale, indicato anche per le pelli delicatissime, consigliato anche per i bambini, che riesce a rendere la pelle pulita, rinnovata, luminosa in modo semplice e veloce senza usare detergenti o strumenti elettronici.

Ma esattamente di cosa stiamo parlando? Quali sono le differenze dagli altri prodotti di pulizia ed esfoliazione? In quali casi è meglio scegliere la spugna Konjac? Ecco tutte le informazioni ed indicazioni.


Cos'è la spugna Konjac?

Questa spugna è ricavata da un tubero asiatico ed ha preso il nome dall'azienda che prima di tutte ha iniziato la sua commercializzazione. Ha una eccezionale morbidezza grazie ad una grana di porosità particolarmente fine e compatta ma la si può apprezzare solamente quando è inumidita, altrimenti è rigida e “secca”.

Come si usa la spugna Konjac
In commercio potete trovare la spugna morbida, perché è imbevuta di acqua purificata, oppure secca e rigida. Per utilizzarla è sempre meglio sciacquarla bene sotto l'acqua tiepida se è nella versione morbida oppure bagnarla semplicemente per acquistare così la sua naturale morbidezza se l'avere acquistata nella versione “rigida”. Non serve nessun detergente, semplicemente basta passare la spugna sul viso per rimuovere completamente i residui di trucco e tutte le cellule morte. Non è quindi un valido sostituto di detergente e ovatta o del prodotto che utilizzate per eliminare il trucco, ma un perfezionatore della pulizia e un alleato per esfoliare in modo molto delicato.


“Tipi” di spugna Konjac
Dall'originale che ha tipicamente un colore chiarissimo, quasi bianco ed è pura, la più delicata ideale per chi ha una cute molto sensibile, adatta anche per quella dei bambini piccoli. Esistono poi diverse versioni riadattabili alle diverse tipologie di pelle.
Quella con aggiunta di carbone per le pelli grasse ed acneiche che integra una azione di assorbimento dell'eccessivo strato lipidico, la versione per pelli miste tendenti al grasso è con argilla verde per limitare le zone più “unte”, la spugna con aggiunta di argilla rosa per le pelli tendenzialmente secche per nutrirle oltre che pulirle e quella con argilla rossa per le pelli molto secche e disidratate con una azione maggiormente incisiva di idratazione.


Spugna Konjac, pro e contro
Quali sono i pro e contro di questo prodotto esfoliante? Sicuramente è un prodotto naturale, semplice da usare e non occorrono detergenti aggiuntivi se non l'acqua tiepida con cui la spugna diventa morbida. La sua delicatezza è comprovata, perfetta quindi per chi ha pelle decisamente molto delicata, altrimenti potete utilizzare anche gli altri strumenti di esfoliazione. La sua estrema delicatezza, nella versione originale perde un pochino in totale efficacia, ma è anche per il rispetto della delicatezza del derma. È una spugna deteriorabile dopo l'uso di qualche settimana, deve quindi essere sostituita all'incirca ogni 2 o 3 settimane al massimo. Va quindi valutato l'impatto economico che varia da 5€ ai 10€ circa per ogni spugna.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami