Home » Bellezza » Corpo » Spignattare: come crearsi da sole i cosmetici

Spignattare: come crearsi da sole i cosmetici

Aumenta l'esigenza di autoprodursi cosmetici casalinghi. Non è una moda ma una vera e propria beauty “filosofia” e si chiama “spignattare”

Spignattare: come crearsi da sole i cosmetici

Materie prime “sane”, problemi di allergie o particolare sensibilità cutanea, desiderio di “creare” il proprio cosmetico, quello che non ci tradirà mai. Ecco cos'è l'arte dello “spignattare”, nata in sordina qualche stagione fa e che ora sta letteralmente impazzando, almeno in rete. E se sugli autorevoli dizionari questo verbo riconduce ai fornelli con una spiccata radice gastronomica, la cosmesi l'ha preso in prestito per evidenziare l'idea di qualcosa di genuino e homemade.
Creme ed emulsioni, lipstick e, quando si diventa “bravi” anche cosmetici e profumi: “spignattare” - giurano gli esperti! - dà una grandissima soddisfazione, senza contare che è economico e, ovviamente, “certificato”.


Da cosa iniziare?

Prima regola: non sottovalutare la difficoltà dell'impresa! Spignattare è bello e divertente ma... non così semplice come si pensa. I primi tentativi spesso e volentieri si rivelano veri e propri fallimenti ma non bisogna perdersi d'animo. Manualità, esperienza e tanta buona volontà, in un arco di tempo anche non troppo lungo, premiano. Come primi approcci è possibile iniziare con il miscelare tra loro alcune materie prime “semplici” (ad esempio qualche goccia di olio essenziale in un olio vegetale) fino ad arrivare a formulare veri e propri cosmetici e prodotti beauty con tanto di dettagliato Inci.


Materie prime

Oli, burri, cere, attivi e strumenti vari (bilance di precisione, grinder per miscelare e becker per riscaldare, ad esempio) vanno acquistati sempre ricetta alla mano per evitare di comprare troppo o troppo poco: per ogni tipo di spignatto occorrono materie prime diverse, quindi prima di fare un ordine bisogna aver chiaro in mente cosa si desidera realizzare.


Ma anche in casa...

...forse non sapendolo, abbiamo già a disposizione tantissimi strumenti utili per spignattare! Qualche esempio? Cucchiai e cucchiaini, contenitori di plastica o vasetti di vetro (ovviamente ben puliti!), macina caffè o tritatutto, guanti, mestolo di legno e stampi vari in silicone (per il sapone sono perfetti) rappresentano già un ottimo punto di partenza.


Prova il primo spignatto!

30 g di olio, 10 g di acqua distillata, 10 g di burro di karité: sciogli a bagnomaria il burro con l'olio, miscelali tra loro e unisci l'acqua fino a ottenere una crema bianca e liscia. Lasciala raffreddare continuando a mescolare e poi versa tutto in un barattolino possibilmente di vetro: hai tra le tue mani 50 g di crema-base!

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

4 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da kleisdf
     

    AHAHAHHA e come dovrebbero emulsionarsi OLI e ACQUA????? Lo sanno tutti, anche i bambini, che se mischi l'olio all'acqua, anche se agiti per ore, l'olio verrà a galla. Ma che [] consigliate?

  2. ...hai provato? noi si, come siamo soliti fare prima di suggerire qualcosa! ;)

    PS
    se leggi bene sono il burro sciolto a bagnomaria con l'olio a "emulsionarsi"... l'acqua è un ingrediente che va agiunto in un secondo momento per "idratare" la preparazione.

  3. Inviato da mirtas.marta  »  laurettabelardelli
     

    Ma il burro di karite è termolabile. Non si mette a bagnomaria.

  4. Inviato da laurettabelardelli  »  mirtas.marta
     

    ...è solo per dargli una consistenza morbida (e miscelabile: pochi istanti e non un tempo così prolungato da annullarne le preziose proprietà! :)

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami