Home » Bellezza » Corpo » «Come coccolo la pelle? Con cioccolato, latte e miele!», parola di Elena Rossi

«Come coccolo la pelle? Con cioccolato, latte e miele!», parola di Elena Rossi

Quattro chiacchiere (virtuali!) con Elena Rossi, esperta (o, come ama definirsi lei stessa, “consigliera”) di bellezza e fondatrice di Vanity Space, la community di green beauty addicted più numerosa in Italia

«Come coccolo la pelle? Con cioccolato, latte e miele!», parola di Elena Rossi

Classe 1976, Elena Rossi nasce in una famiglia dove fitoterapia, oli essenziali e preparati galenici sono il pane quotidiano e con aggettivi come “bio” ed “ecologico” che fanno... naturalmente parte del suo dizionario. Dando una vera e propria svolta alla sua vita crea, nel maggio del 2013, Vanity Space. Un profilo facebook, un blog e l’approdo su Instagram, il filo rosso è la bellezza in chiave green. È un sogno nel cassetto che si avvera. Ad oggi, il numero complessivo di seguaci social di Vanity Space supera i 143mila: una vera e propria community di persone, principalmente donne, che condividono dubbi, consigli e testimonianze sulle personali beauty esperienze.

 

Sei paladina della cosmetica Bio, perché?

«La pelle è l'organo più esteso del nostro corpo. Detto ciò, credo che sia di fondamentale importanza scegliere un prodotto efficace e di qualità, privo ad esempio di sostanze di origine petrolifera, che sia in sintonia con la pelle e che sostenga il naturale equilibrio. Decidere di passare al Bio significa prendere coscienza di ciò che fa davvero bene alla pelle ma soprattutto tuteli e sostieni il mondo in cui viviamo. Non è poco! Affrontare il cambiamento in maniera graduale è quello che dico spesso e volentieri a chi mi segue. Fare tutto e subito, è un comportamento errato, sia per l'ambiente sia per il portafoglio. La cosmetica Bio è consapevole, sostenibile e rispettosa.»

 

Qual è la tua beauty rotutine quotidiana?

«Per puro piacere personale e per lavoro, sono entrambe decisamente strutturate, meticolose e completamente diverse tra di loro, ma alla base c'è sempre la voglia, ogni giorno, di regalarmi un momento di relax e di bellezza green. In entrambe le routine, ciò che non dimentico mai è la detersione: delicata e rispettosa, per eliminare tutte le tracce di make-up, inquinamento e impurità. Uno step fondamentale per ottenere una pelle luminosa e sana. A seguire tonico, contorno occhi e labbra, siero correttivo, crema ed SPF. Ogni singolo gesto è una parte importante per la mia self-care, fin dalla giovane età. Poi, due o tre volte a settimana poi dedico del tempo allo scrub ma soprattutto alle maschere, adoro le sheet mask coreane in tessuto biodegradabile! Agiscono in pochi minuti, regalando dei risultati favolosi.»

 

In questi giorni di #iorestoacasa è cambiato qualcosa?

«Assolutamente nulla. Che sia stanca, abbia poco tempo, voglia o abbia fatto le ore piccole, le mie abitudini beauty non vengono mai stravolte.»

Credits: Foto di @silviarita | Pixabay

 

Hai un olio essenziale a cui sei “affezionata”?

«L'olio essenziale di litsea che secondo la tradizione popolare vietnamita pare che crei un legame con gli angeli. È un olio essenziale a me molto caro, che mia mamma usava nel diffusore quando ero più piccola e non dormivo per favorire il mio riposo notturno, infatti è un ottimo sedativo e ansiolitico, perché stimola la serotonina e le endorfine.»

 

Puoi suggerirci un rimedio fai da te?

«Certamente, è la mia specialità! Per coccolare la mia pelle, la ricetta che preferisco è semplicissima e golosissima: mescolo 2 cucchiaini di miele con un cucchiaino di cacao amaro e uno di latte intero, e lascio in posa per 15 minuti. Il miele è un ingrediente estremamente versatile: idratante, antibatterico e addolcente. Il cacao invece, ricco di antiossidanti, mi aiuta a contrastare l'invecchiamento precoce, oltre a essere energizzante e nutriente. Il latte, con la sua ricchezza di vitamine e minerali è lenitivo, rinfrescante e idratante. Dopo l'applicazione la pelle è luminosa, distesa e idratata.»

 

Qual è il prodotto che non dovrebbe mancare nel beautycase di una donna?

«Il contorno occhi. In questa zona del viso così espressiva la pelle è molto sottile e fragile, ed è la prima ad essere esposta precocemente allo scorrere del tempo, oltre a borse ed occhiaie. Basti pensare all'incessante attività degli occhi. Sapete quante volte sbattiamo le palpebre in un solo giorno? Migliaia di volte. Va da sé che necessiti di cure attente e mirate.»

 

Come prepari la pelle alle prime esposizioni solari?

«Preparare accuratamente la pelle a ricevere il sole estivo è di fondamentale importanza per ottenere un'abbronzatura uniforme e dorata. Un mese prima dell'esposizione il mio primo alleato è senza dubbio lo scrub, che va a eliminare le cellule morte esfoliando in modo naturale lo strato superficiale dell'epidermide. In secondo luogo la mia alimentazione cambia, infatti tendo a scegliere alimenti di stagione ricchi di betacarotene, antiossidanti, acqua, sali minerali e vitamine. Questo mi permette di proteggere la pelle, tenere a bada l'eritema e sfoggiare un'abbronzatura favolosa


Credits: Foto di Elena Rossi | Vanity Space

Il tuo prossimo traguardo?

«Da buona ariete ne ho sempre tanti! Fin dall'inizio però ho un sogno fuori dal cassetto che osservo ogni giorno: poter scrivere per un mensile beauty, per il solo fatto di poter così far avvicinare sempre più donne e uomini a questo meraviglioso mondo in cui sono cresciuta. Per me regalare consapevolezza e far "uscire" le persone dai soliti cliché imposti dai media è tutto. Molti definiscono questo mio sogno un'utopia, per me invece è solo un qualcosa da portare a termine.»

Credits Foto principale: Elena Rossi | Vanity Space

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami