Home » Bellezza » Corpo » Criolipolisi, via il grasso senza interventi chirurgici

Criolipolisi, via il grasso senza interventi chirurgici

Usando il freddo è possibile eliminare l'adipe localizzata senza bisturi

Criolipolisi, via il grasso senza interventi chirurgici

La criolipolisi e l'ultima tecnica brevettata per lo scioglimento degli accumuli di grasso.
Derivata dagli studi effettuati sul congelamento delle cellule, sperimentati prima per il controllo e la cura di malattie importanti, la ricerca si è poi orientata all'applicare il metodo sulle cellule di grasso.

È una tecnica non invasiva brevettata negli Stati Uniti che non prevede interventi chirurgici, andando così ad annullare gli effetti collaterali delle normali operazioni, ma garantendone ugualmente efficacia e risultati duraturi.

Ma come avviene e come funziona questo nuovo modo di contrastare il grasso superfluo?


Cos'è
La definizione di criolipolisi è lo scioglimento (lisi) del grasso (lipo) tramite il congelamento (crio). Ovvero vengono congelati gli adipociti (le cellule adipose sottocutanee) per essere poi sciolti e smaltiti tramite il sistema linfatico. È un “intervento” dermatologico non invasivo alternativo agli interventi di liposuzione.


Come funziona
Per una applicazione di criolipolisi è neccessario una macchina che, tramite il posizionamento di “piastre” di diverse dimensioni e in base alla zona da trattare, riesce a congelare le cellule adipose. Cool Sculpting di ZelitiQ Aesthetics è studiato appositamente per questo tipo di interventi garantendo la totale sicurezza e la certezza dei risultati. A questo dispositivo sono collegate tramite dei cavi conduttori le diverse piastre che possono trattare le zone più o meno critiche del corpo.
Non si usano aghi o altri agenti invasivi, ma viene veicolato il freddo su delle piastre appoggiate alla pelle che riesce a congelare la zona trattata.
Terminato il tempo di trattamento che può variare dai “vecchi" 70 minuti ai recenti 40 con lo sviluppo di una tecnologia ugualmente efficace in minor tempo, il Dott. Luciano Lanfranchi, professionista di chirurgia estetica a Milano, consiglia un massaggio per favorire il drenaggio e lo smaltimento del grasso così trattato tramite il sistema linfatico. Finita la seduta si ritorna immediatamente al proprio quotidiano.


Zone da trattare
Il grasso oltre ad accumularsi nelle abituali zone di pancia, fianchi e interno coscia, riesce anche a depositarsi nelle zone difficili dove spesso l'attività fisica, pur specifica non riesce sempre ad agire. Ginocchia, mento, interno braccia ma anche il petto (per gli uomini), sono le aree su cui questo tipo di trattamento è un valido aiuto e grazie alla sua azione definitiva, permette di ottenere i risultati migliori.


Pro e contro
Pro
A favore della criolipolisi vi sono tutti quei vantaggi del non operare: niente anestesia, niente effetti collaterali, nessun periodo post operatorio, nulla è vietato a seguido del trattamento. Il fisico non deve subire uno shock come per un intervento di liposuzione. Anche chi a problemi di circolazione può sottoporsi a questi trattamenti, anzi, ne può trarre beneficio grazie all'azione di vasocostrizione del freddo sui capillari. Pur ottenendo risultati con una sola applicazione, non vi sono controindicazioni a ripetere il trattamento.

Contro
Se un contro ci può essere, è necessario eseguire una attenta analisi del paziente, ovvero, si può agire sul grasso localizzato e non sulla cellulite. È fondamentale rivolgersi ad un valido professionista medico specializzato in estetica per avere una anamnesi corretta della propria situazione e con lui decidere se e dove è possibile esercitare la criolipolisi. Questo per evitare false aspettative e delusione nei risultati.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami