Home » Bellezza » Corpo » Come togliere i punti neri: i vari rimedi

Come togliere i punti neri: i vari rimedi

Per eliminare le fastidiose imperfezioni della pelle chiamate punti neri, esistono diversi metodi: professionali, già pronti o fai da te

Come togliere i punti neri: i vari rimedi

Sono antiestetici, su questo non vi sono dubbi, ma come togliere i punti neri?
Sono classificati come comedoni aperti, ovvero dei pori ostruiti dal sebo in eccesso (come i brufolini), ma con l'estremità che, ossidandosi, cambia colore, facendola diventare nera.
Così è formata questa imperfezione che, come gli altri comedoni o brufoli, non è piacevole da vedere, rovinando l'estetica di un bel viso.
Esiste però la possibilità di eliminarli, sia con prodotti già pronti che con rimedi fatti in casa, vediamo come.


Prevenzione
Come dice un noto slogan, prevenire è meglio che curare, ed infatti vale in questo caso. Prima di pensare a come togliere i punti neri, facciamo in modo di limitarne la comparsa. È opportuno eseguire sempre una corretta pulizia del viso, usando anche un tonico appropriato magari fai da te. La detersione deve essere completa, se non riuscite sempre, almeno una volta al mese, dedicate del tempo e fatene una profonda, andando a dilatare molto bene i pori applicando anche un panno ben caldo prima, fate uno scrub insistendo nelle zone interessate e terminando con una maschera specifica. Questo non vuol dire che non compariranno più questi antiestetici "segni", ma certamente saranno in numero minore.


Prodotti già pronti
Tra i più semplici, esistono dei cerotti che, sempre a seguito di una azione preparatoria consigliata per dilatare i pori (questo avviene tramite esposizione a vapore caldo), si possono poi applicare nella zona interessata, abitualmente fronte, naso e mento (la zona a T) e tramite anche una azione meccanica, "strappano" dalla loro sede i punti neri. Esistono anche delle maschere, a base di argilla che oltre a purificare la pelle, hanno anche una azione di rimozione di queste fastidiose imperfezioni.

Trattamento in istituto
Tra i trattamenti di bellezza professionali, nella pulizia del viso è compreso, o se non lo è basta richiederlo, l'eliminazione dei punti neri che viene fatto o con rimozione a strappo ma anche con appositi strumenti che vanno a schiacciare i punti neri ostinati con quindi una rimozione più igienica perché non si usano le mani.


Trattamenti fai da te
Può sembrarvi strano ma su come eliminare i punti neri esiste una bibliografia del fai da te, ovvero ci sono tantissime possibilità. Potete trovare tra i vari suggerimenti l'uso della colla (quella bianca utilizzata per la carta) come similitudine dei cerotti, si applica nella zona interessata e, quando si solidifica, si strappa. Identico il principio se si usa del latte mescolato con della colla di pesce fatta ammollare. Si spalma poi questo composto e quando si raffredda, lo si rimuove come una pellicola che estrae i residui di sebo dalla loro sede.

Tra i vari consigli esiste anche il dentifricio mescolato al sale, ovvero si opera con uno sfregamento, si attende poi che si secchi ed infine si rimuove. Ovviamente il classico metodo di strizzare i punti neri con le dita è attuabile. Evitate però il contatto diretto, usate delle veline di carta che impediscano la proliferazione di batteri.
In tutti questi rimedi è tassativa una dilatazione dei pori con l'esposizione del viso a dei vapori caldi, lo potete fare mettendo a bollire una pentola con dell'acqua e poi esponete il viso, coprendo il capo con un asciugamano per non disperdere il calore e indirizzarlo al meglio.

Fate comunque molta attenzione a non usare prodotti troppo aggressivi, sia se avete la pelle delicata, sia con la pelle grassa. Nel primo caso si generano irritazioni, nel secondo, una rimozione esagerata del sebo in eccesso, migliora all'inizio la situazione, ma poi si rischia di stimolarne nuovamente la produzione peggiorando lo 'status imperfezioni'.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  punti neri   pelli impure  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami