Home » Bellezza » Corpo » Cerotti per i punti neri, cosa sono e come funzionano

Cerotti per i punti neri, cosa sono e come funzionano

"Bande" già pronte per una facile rimozione dei punti neri, impiegate nelle varie zone dove ricorre il problema, si possono anche fare in casa

Cerotti per i punti neri, cosa sono e come funzionano

Tra i rimedi contro i comedoni aperti, soprattutto quelli del naso, esistono i cerotti per i punti neri. La definizione più tecnica di comedoni aperti è per indicare che l'accumulo di sebo in eccesso, che ostruisce i pori, alla sua estremità si ossida e diventa di colore scuro, nero. Queste fastidiose ed antiestetiche imperfezioni della pelle sono estremamente comuni e sono presenti sul viso, ma non solo, concentrate soprattutto nella zona T. Svincolati anche dall'età, possono apparire anche a chi non è più un'adolescente. Per la zona naso, particolarmente colpita, esistono dei cerotti specifici, oppure sono in altre forme per mento e fronte. Disponibili sia già pronti ma è possibile anche usare il "fai da te".


Cosa sono
Questi prodotti, sono chiamati cerotti, perché aderiscono alla pelle come le abituali "strip" usate per proteggere da eventuali ferite. I cerotti per i punti neri, sono molto spesso specifici per il naso, hanno una forma ergonomica apposita e sono un adesivo, come una seconda pelle, che viene applicato, lasciato agire e poi rimosso. Alcune case cosmetiche ne hanno in commercio già pronti da applicare, alcuni hanno delle confezioni che "coprono" il trattamento della zona T.


Come sono fatti
Abitualmente sono delle basi di tessuto, o simil tessuto, ma li trovate anche proprio dello stesso materiale gommoso dei cerotti di uso medico, su cui è stato posto un mix di sostanze (siliconi e il sodio tra i più usati) che vanno ad agire come ammorbidente del sebo in eccesso per facilitarne la rimozione. E' quindi un mix tra azione fisica e meccanica. Normalmente è sempre presente una sostanza disinfettante per evitare irritazioni o infiammazioni.


Come funzionano
Viene spesso consigliata una detersione della pelle prima di andare ad applicare i cerotti per i punti neri, o comunque viene richiesto che la pelle sia umida. Si applicano nella zona interessata facendo attenzione che aderiscano perfettamente alla pelle. Si lascia agire qualche minuto e poi si strappa rimuovendo il tutto. Con il cerotto se ne vanno anche i comedoni aperti.

Fai da te
E' possibile farseli in casa? Certamente, come per moltissimi altri prodotti, i cerotti per i punti neri industriali possono essere sostituiti con qualcosa di casalingo. Una soluzione semplicissima è quella di procurarsi delle garze, tagliarle a quadri o rettangoli, non eccessivamente grandi, calcolate la grandezza in base a dove li vorrete utilizzare. Sbattete poi per qualche minuto del bianco dell'uovo, aggiungete del succo di limone, imbeveteci le garze e applicate. Lasciate in posa per una ventina di minuti, lasciate che diventino secche e poi rimuovete.

Risultati
Non aspettatevi miracoli. Se il punto nero è estremamente superficiale, il cerotto è perfetto; risulta meno efficace in caso di problemi più seri, dove i punti neri sono marcati, dove sono richieste azioni più profonde. In questo caso meglio chiedere a degli esperti: estetisti o anche medici in casi gravi di troppa estensione e profondità.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  punti neri  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami