Home » Bellezza » Capelli » Reverse balayage per illuminare i capelli in primavera

Reverse balayage per illuminare i capelli in primavera

Illuminare i capelli è l'obiettivo dell'hair world per la primavera ormai alle porte. Pronte a dar loro la luce con una variazione sul tema del balayage?

Reverse balayage per illuminare i capelli in primavera

Reverse balayage, ovvero balayage inverso. Più semplice di così! Se la tecnica che prevede schiariture sovrapposte ha preso piede da parecchie stagioni confermandosi tra quelle preferite da celebs & co, con l'arrivo della primavera il mondo del capello ha deciso di proporre una sfiziosa variazione sul tema. Trattasi, appunto, di una copertura "inversa", con accenti chiari sulle radici e più scure e corpose sulle punte. Il risultato? Volume, legerezza e, naturalmente, luce!

 

Da cosa partire?

La prima cosa da fare per ottenere un perfetto reverse balayage è scegliere la sfumatura più chiara da utilizzare come base e quella più intensa per il resto della lunghezza, in modo da pianificare poi tutti i toni intermedi e dare al risultato un effetto "naturale". Ovviamente, da tenere in considerazione è il tono naturale della propria pelle, parametro che non va mai sottovalutato neanche nella scelta di una colorazione uniforme.

 

Su quale taglio?

Questa tecnica si esalta su qualsiasi lunghezza. Fondamentale, però, è la tipologia del taglio. Niente linee nette e definite, quello che ci vuole è uno scalato, che sia uno shag o un più trendy inverted bob. Le soluzioni pari, infatti non renderebbero lo stacco di colore fluido e "confuso" tra i capelli. Per quanta riguarda lo styling, ad esaltare il reverse balayage saranno accenti wavy e geometrie liscio giappo.

 

Biondo o... Classic Blue!

I giochi di colore che che possono vestire i capelli secondo il reverse balayage sono praticamente infiniti. Si può optare per dei tradizionali castani, rossi e biondi, oppure osare un po' di più lasciandosi conquistare da sfumature più coraggiose come il trendyssimo Classic Blue.

 

La... dritta

Il reverse è una tecnica trendy, OK. Ma non solo. Lasciare che siano le lunghezze ad essere più scure è un'ottima soluzione per tenere sotto controllo la ricrescita. Essendo i riflessi concentrati proprio sulla parte alta della lunghezza, infatti, sarà molto meno visibile e permetterà di posticipare (senza esagerare!) l'appuntamento con il colorista di fiducia. In più, il colore più scuro che sfuma verso le punte tende a riempire il capello nella parte che generalmente è meno corposa e vissuta rendendola più "piena" rispetto a una decolorazione necessaria per schiarire il capello nella totalità.

 

Per curiosità...

Sicuramente le più addicted sanno che il revers non è proprio una novità. Due anni orsono, infatti,  Deryn Daniels, titolare del Chrome Salon Evergreen in Colorado, aveva ideato questo gioco di chiaro scuri inversi sulla chioma di qualche cliente in cerca di novità e dandogli il nome che oggi osanniamo come innovazione. Dal 2018 non c'è stata una particolare esplosione di questa tendenza e ora... stiamo a vedere. Gli olte 50mila post su Instagram fanno ben sperare.

Credits: Foto di Dg fotografo | Pexels

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami