Home » Bellezza » Capelli » Cowash

Cowash

Una tecnica semplice, facile, veloce e anche economica per una profonda pulizia dei capelli e della cute.

Cowash

Siamo sempre alla ricerca di qualcosa che ci permetta di prenderci cura di noi stesse in modo semplice, facile e veloce, se poi siamo anche sensibili all’impatto ambientale dei nostri comportamenti, cerchiamo soluzioni ad abitudini quotidiane che però ci permettano di dare un piccolo aiuto a non essere parti attive nell’inquinamento di cui tanto sentiamo parlare e di cui subiamo gli effetti.
Per quanto riguarda i capelli potete provare il COWash, ovvero il Conditioner Only Wash, tradotto “lavaggio solo con il balsamo”, un modo di prendersi cura e lavare i capelli non utilizzando lo shampoo, ma solo il balsamo, facendo però un vero e proprio impacco di bellezza e di pulizia profonda della cute, permettendovi così di avere capelli puliti per diversi giorni.

Ecco come procedere e quali sono gli accorgimenti da seguire, prima di tutto vediamo cosa dobbiamo preparare.

Credits: Foto di @3142410 | Pixabay
Composizione

  • 1 tazzina di balsamo - usate come misura una tazzina da caffè per la quantità del balsamo, ovviamente il numero di tazzine è in base alla lunghezza dei capelli
  • ½ cucchiaio di zucchero di canna
  • ½ cucchiaio di zucchero semolato (quello classico bianco)

Come si procede
Mescolate gli zuccheri e il balsamo soltanto poco prima di fare questo trattamento di pulizia, per evitare che quello semolato si sciolga. Mettere il composto ottenuto sulla chioma umida e massaggiare molto bene tutta la testa, senza sfregare esageratamente, ma con calma e dappertutto, lasciando in posa questo impacco per almeno 5 minuti. Fatto questo, dovete risciacquare abbondantemente sino a togliere tutti i residui di zucchero.

E’ come fare uno scrub alla cute, ma senza avere un’azione troppo forte o troppo profonda. Attenzione però, non dovete usare del balsamo che contiene silicone, cioè tutti quegli agenti contenuti in molti prodotti (tutte le marche più diffuse) che hanno un’azione di rivestimento del capello, non di pulizia o di nutrimento. Perché questi agenti, mescolati con lo zucchero, avrebbero una reazione di gonfiamento e di “inglobamento” dello zucchero, creando un mix poco piacevole. Potete quindi prendere un balsamo da erboristeria, oppure anche uno che trovate al supermercato, verificando però che non contenga: Amodimethicone, Dimethicone, Cyclopentasiloxane e Dimetyconol, oppure tutti quegli agenti che finiscono con -thicone o -siloxane o silanol. Per esempio vanno bene: di Garnier linea Ultra Dolce lo Shampoo avocado e karité, lo Shampoo timo ed eucalipto e lo Shampoo al the verde, oppure della SplendOr il Balsamo al cocco.

Questo COWash lo potete fare definitivamente al posto del normale shampoo, oppure lo potete fare una volta al mese per avere un’azione di pulizia profonda. E’ adatto a tutte, ma chi ha capelli rovinati e sfibrati lo può ripetere frequentemente per un po’, sino a quando i capelli non si riprendono dallo stress.
Non utilizzare lo shampoo è innanzitutto un risparmio, magari potete investire qualcosa in più sul balsamo, anche se scegliendo quello del supermercato l’investimento è molto controllato e poi a meno che non usiate shampoo particolari e totalmente naturali, non userete più un prodotto che, anche se in minima parte, non è biodegradabile e quindi rimane presente negli scarichi. Ecco quindi un’idea per pulire, curare e nutrire i capelli e non inquinare.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  balsamo  
CONDIVIDI

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami