Home » Bellezza » Capelli » Cura dei capelli: 10 errori da evitare

Cura dei capelli: 10 errori da evitare

Una top ten particolare: quella che riguarda gli errori più ricorrenti in cui incappiamo quando curiamo le nostre chiome

Cura dei capelli: 10 errori da evitare

Capelli belli, morbidi, lunghi, corti o come dettano le tendenze-taglio di stagione (ad esempio col gettonatissimo inverted bob!): siamo certe di curarli al meglio? Spazzola, phon, detergenti e condizionatori: li scegliamo “influenzate” dalla pubblicità (o dal giudizio altrui) o dopo un’accurata selezione? L’appuntamento col parrucchiere è di prassi o dettato dal… destino? E il colore? Siamo dedite al fai da te o ci rivolgiamo a mani esperte? Quante domande! Spesso, magari inconsapevolmente, non trattiamo la chioma come dovremmo. Molti sono gli errori ricorrenti che possono destabilizzarne salute e bellezza. Noi ne abbiamo trovati (almeno) dieci. Ecco la nostra top ten.

 

1. Evitare lavaggi frequenti

Ricorrentemente si pensa che lavare i capelli tutti i giorni faccia "male", cioè acuisca il problema di cui la chioma soffre: i capelli secchi diventano ancora più secchi e i grassi ancora più grassi. Che falso mito! In caso di necessità, è solo importante aver maggior attenzione al tipo di shampoo utilizzato: dovrà avere una formula light, priva di solfati e ricca in agenti idratanti e nutrienti possibilmentedi origine naturale.

 

2. Tenere il balsamo in posa più a lungo

Macché! Il balsamo svolge la sua azione entro 5 minuti poi... è tempo sprecato. Altra cosa è la maschera che richiede un tempo di posa superiore.

 

3. Usare la piastra senza termoprotettore

La cheratina, che è la proteina principale di cui è formato il capello, cambia irreversibilmente la sua struttura ad alte temperature. Quando si utilizza la piastra (ma anche il phon o l'arricciacapelli) bisogna ricordare di applicare sui capelli una dovuta protezione.

 

4. Risciacquare con acqua bollente

Vietato usare acqua eccessivamente calda! Meglio tiepida e concludere il lavaggio con acqua fredda per stimolare la circolazione e chiudere le cuticole del capello. Il risultato? Capelli extraluminosi!

 

5. Tamponare con energia

Al termine del risciacquo, via con un bell'asciugamano! Questo, però, non va passato energicamente sui capelli ma semplicemente tamponato onde evitare traumi (il capello bagnato è più sensibile e delicato).

 

6. Mai dal parrucchiere (o quasi)

Anche se sei allergica al parrucchiere metti in conto almeno un appuntamento stagionale! I trattamenti "da Salone" sono più accurati e mirati di quelli che, solitamente, si fanno in casa. Tagliare le punte, uno scrub leggero, maschere specifiche possono solo che far bene alla chioma.

 

 

7. Risciacquo frettoloso

A volte per la fretta si rischia di lasciare residui di prodotto nei capelli: lava abbondantemente fino a sentire i capelli puliti e lucidi dalla radice alle punte. Devono un po' "scricchilare" quando passi delicatamente sul loro fusto bagnato.

 

8. Shampoo: più fa schiuma, meglio è

Altro falso mito: credere che lo shampoo debba fare schiuma così pulisce meglio. In realtà, se lo shampoo è troppo schiumoso potrebbe essere anche troppo aggressivo! Quindi, meglio essere parsimoniose con le quantità: ne basta una noce da diluire con acqua. Se fai un secondo lavaggio riduci la quantità.

 

9. Sempre con la stessa riga

Con il passare del tempo, in prossimità della scriminatura, i capelli tendono a diradarsi. Spostando la riga di tanto in tanto, invece, i capelli rimarranno più vitali e ne guadagneranno in volume.

 

10. Non lavare mai spazzole & co

Pettini, spazzole, piastre e bigodini devono essere periodicamente puliti e lavati. Sicuramente, prima di tutto per un discorso di igiene ma anche perché durino di più, siano più efficienti e non danneggino i capelli.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami