Home » Amore » Relazioni / Sentimenti » Rapporti fraterni

Rapporti fraterni

Invidia, gelosia, rivalità, ma anche alleanza amicizia e amore. Sono tutti sentimenti alla base del complesso fraterno.

Ad alimentare i fantasmi del nostro inconscio, non c’è solo il complesso edipico, ma anche quello fraterno, che nasce sotto il segno dell’ostilità verso l’altro, il rivale, l’intruso con cui si deve spartire l’amore di mamma e papà. Paura dell’esclusione, del rifiuto, dell’abbandono sono le angosce infantili più profonde che prendono corpo nella figura del fratello ed entra nelle pulsioni aggressive, suscitando inquietanti desideri di morte e distruzione.

Amore fraterno
Dall’odio all’amore fraterno

La psicoanalisi ha focalizzato da sempre l’attenzione sulla rivalità, riconducibile all’Edipo e al rapporto con i genitori, trascurando le dinamiche interne alla relazione tra fratelli e al ruolo che svolgono nello sviluppo psichico e affettivo infantile, a cominciare dal “rispecchiamento”.

Il fratello non è solo un rivale, al quale contendere il primato dell’amore dei genitori, ma è anche un altro bambino, nel quale rispecchiarsi, identificandosi in alcuni aspetti e riverificarsi in altri. È su questo piano orizzontale che i fratelli creano un loro mondo a parte, spesso sconosciuto agli stessi adulti, all’ombra dei quali intessono in segreto nuove forme di complicità, alleanza e solidarietà, ma soprattutto di amore! È un’esperienza fondamentale nello sviluppo affettivo, che manca al figlio unico.

Scoprire di amare la persona che solo fino a poco prima si odiava, è un vero apprendistato all’ambivalenza dei sentimenti: il bambino sa che le sue pulsioni aggressive non solo non distruggono il rapporto, ma possono convivere con l’amore. Dalla rivalità all’alleanza fraterna gioca un ruolo importante la spinta a identificarsi con l’altro, pur salvaguardando la reciproca diversità. È una scommessa difficile che influirà poi, nella vita adulta, sulla capacità di stabilire relazioni con gli altri e di interagire nelle varie situazioni di gruppo.



I conflittiConflitti tra fratelli

Il rapporto tra fratelli si basa su dinamiche le cui origini vanno ricercate nell’infanzia. Se a ciò si aggiunge che crescendo ognuno vive esperienze che modificano il carattere, il confronto potrebbe non sempre essere semplice.
Tra fratelli ci si sente autorizzati a dirsi qualsiasi cosa
, con il rischio che si ecceda, passando il confine del rispetto reciproco. Vengono a galla gelosie latenti che si palesano con frasi tipo “mamma viene più spesso da te, tu chiedi sempre, io non ho mai bisogno di nulla”.

Per evitare di arrivare a queste prese d’atto spesso i genitori sono angosciati dal fare tutto uguale per i figli. È importante, tuttavia, tenere conto che le esigenze possono essere diverse. Se un figlio ha bisogno di tempo e l’altro di denaro i genitori possono fare delle differenze ma non per questo preferire uno all’altro. Spesso da adulti ritorna quel bisogno infantile di uguaglianza e giustizia, spesso tradito dalle preferenze dei genitori, e che in molti casi segnano la vita dei figli, creando conflitti che con il passare degli anni sembrano sopiti, ma riesplodono proprio quando i genitori non ci sono più. Basta pensare ai dissidi che si creano per questioni ereditarie, anche nella spartizione degli oggetti più banali.

Genitori

I genitori dei fratelli

Per non alimentare invidie e rivalità molti genitori cercano di trattare i figli allo steso modo, senza fare preferenze. Ed è giusto, naturalmente: senza dimenticare però che i figli non sono tutti uguali, ciascuno è unico nella sua diversità, come il rapporto che si crea con i genitori. Ed è proprio l’unicità di questo rapporto a rafforzare l’identità del bambino. Le differenze non devono spaventare, si può voler bene in modi diversi ma con la stessa intensità. I genitori dovrebbero essere abbastanza forti e consapevoli da fare scelte che sono in grado di spiegare. È importante poi anche il clima all’interno del quale ci si muove: i problemi nascono tutte le volte che i rapporti non sono trasparenti.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  fratelli  
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. W i sentimenti veri sani duraturi per leternita!

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami