Home » Amore » Relazioni / Sentimenti » Infedeltà di coppia

Infedeltà di coppia

La vita di coppia non è cosa facile, ci vuole impegno e pazienza per portare avanti e far crescere un rapporto solido e bello. E qualche volta può succedere di essere tentati o cadere in tentazione, per esempio con un tradimento.

“Ti prometto d’essere fedele finché morte non ci separi”. Una frase che tutte le coppie pronunciano davanti all’altare o al sindaco. Eppure oggi sembra difficile essere fedeli, forse perché non si è più in una società individualistica, ma si è sempre a contatto con gli altri.

Pare, da recenti sondaggi, che 6 coppie su 10 tradiscano, ma quali criteri guidano le persone alla scelta della fedeltà o del tradimento?
Sicuramente il vivere tutte le emozioni solo ed esclusivamente all’interno della stessa coppia richiede un adattamento all’altro, implica il ridimensionare la propria visuale sulle cose per farla coincidere con quella dell’altro.
Per qualcuno la fedeltà è una virtù, ma molto spesso è il risultato di un bisogno profondo di sicurezza; dopo che si sono passati gli anni insieme, è come se ci si sentisse uno il completamento dell’altro, e tradire significherebbe scardinare una parte di sé.

Infedeltà di coppia, cupido mortoE l’infedeltà da cosa dipende?
Molto spesso l’infedeltà è la medicina momentanea per spezzare la routine di una vita troppo abitudinaria. Questo non significa che debba essere vissuta nella realtà, può anche essere immaginata o sognata. Ma, se questo accade, bisogna interrogarsi su cosa non va.
A volte ci si scusa di un tradimento, affermando che è stata l’occasione, la circostanza, l’atmosfera, ma in realtà la tentazione dimora dentro ad ognuno di noi, e per portarla allo scoperto basta una giustificazione, una banale motivazione.

I meccanismi del tradimento

Per secoli si è pensato che la donna tradisse solo per amore, ma molto spesso lo fa per vendetta, aggressività, noia o solitudine. Quando un uomo è tradito pensa che sia un altro uomo ad avergli portato via l’amata, ma non è così, perché nessuno davvero innamorato e felice si fa portare via!
Nella dinamica dell’infedeltà è come se ci fosse molto spesso un meccanismo di “complicità di coppia”: è il tradito a spingere l’altro verso l’adulterio, rifiutandolo, aggredendolo o castrandolo. In pratica a volte, il tradito è il promotore del tradimento, e anche se fa la vittima diventa, di fatto, un carnefice.

Infedeltà di coppia, l'amore infedele, unfaithful
Il tradimento in numeri

Secondo vari studi il 30% degli uomini, ha ammesso di essersi concesso almeno una scappatella, contro il 25% delle donne. Pare che il tradimento sia più frequente tra gli under 40 e i motivi che spingono all’infedeltà sono per gli uomini: noia (27,2%) trasgressione (23,6), perché ci si innamora di un'altra persona (18%), per insoddisfazione sessuale (13,6), perché si è trascurati dal partner (11,8%) e per ripicca (2,9%). Per le donne cambiano leggermente le percentuali: per noia (13,3%), per trasgressione (10,1%), per insoddisfazione (5,4%) perché ci si innamora di un altro (39,6%), perché il partner è disattento (22,2%) e per ripicca (17,7).

Le regole per vivere bene la coppia
Ciò che fa durare una coppia è la fedeltà attiva, cioè scelta e nutrita tutti i giorni di pensieri e gesti che combattono la routine quotidiana. La coppia deve essere dinamica, altrimenti interviene la fedeltà passiva che è portatrice di pensieri adulteri. Essere fedeli perché il matrimonio è un sacramento o un articolo del Codice Civile oggi non basta più, perché il modello sociale va verso una personalizzazione dei giudizi e del comportamento, anche quello sessuale.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  infedeltà  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami