Home » Amore » Relazioni / Sentimenti » Il ruolo dell'amante

Il ruolo dell'amante

Lui lei e l’altra, l’amante: una figura scomoda, che difficilmente suscita simpatia, ma che spesso però capita e si trova coinvolta con un uomo sposato o impegnato. Magari per incoscienza o forse perché inizialmente si è state ingannate e poi si è rimaste coinvolte più del previsto. Senza falsi moralismi e giudizi, vogliamo provare a vedere una storia d’amore vista da questa parte.

Ruolo dell'amante
Penelope e Calipso

Per comprendere la figura dell’amante si parte dalla ninfa Calipso; nell’Odissea si racconta dell’amore di Calipso per Ulisse e delle sue promesse di immortalità purchè non la lasciasse. Quando però Zeus costrinse Calipso a rinunciare al suo amore e Ulisse tornò da Penelope, la ninfa Calipso va incontro a una tragica fine. Nella mitologia Penelope viene venerata, mentre Calipso, che rinuncia all’amore, viene condannata. Ed è proprio la sensazione che prova chi per anni ha investito sentimenti, passioni e rinunce per rapporti clandestini di questo tipo, e spesso viene etichettata la rovina famiglie. E come capita nell’Odissea, anche nella vita spesso chi ci soffre alla fine è l’amante, perché quasi sempre viene lasciata o è costretta a lasciare.

Ladra di uomini o vittima?
Iniziare una relazione e con un uomo già impegnato mette in una situazione controversa: l’amante è colei che ruba ad un'altra donna l’amore e le attenzioni di un uomo, ed è derubata da questo del proprio amore perché si creano false aspettative. Tuttavia l’amante è sempre vista dalla società come colei che ruba un uomo; eppure difficilmente la donna lo fa per trasgredire, ma spesso ci mette cuore e affettività.

Per caso o per abitudine
È importante anche distinguere tra chi si scopre amante per caso e chi, invece, ha una specie di coazione a ripetere, ed inconsciamente o consciamente cerca sempre uomini impegnati. In questo caso è bene interrogarsi sul perché si entra sempre in questo ruolo. Per esempio ci sono donne che amano molto la loro libertà e non vogliono rinunciarvi, e le storie con uomini impegnati sono per loro la situazione migliore. Prendono il meglio dalle storie, senza il peso della vita domestica.

Chi sono questi uomini?
Molto spesso le speranze dell’amante vengono alimentate da promesse e corroborate da continue lamentele dell’uomo sulla legittima consorte. Le classiche frasi come “mia moglie è fredda”, “con lei sono infelice”, “stiamo insieme per i figli”. E così l’amante si accontenta temporaneamente sperando e attendendo un futuro migliore, alimentato dalle promesse che prima o poi la situazione cambierà. Spesso quello che non si comprende però, è che il ruolo dell’amante non è di terzo incomodo, ma di terzo comodo, perché in un certo senso salva la coppia dando a lui ciò che gli manca, completando perfettamente il suo rapporto di coppia. Purtroppo, banalmente, gli uomini fanno difficilmente scelte coraggiose, e sono incapaci di separarsi sia dalla moglie che dall’amante.

Cosa fare?
Ad un certo punto della relazione e dopo avere rivestito il ruolo dell’amante, occorre porsi alcune domande. Quando si capisce che la situazione non cambierà o si continua questo rapporto in un angolo accontentandosi delle briciole, o si prende atto della realtà. Ovviamente il metro di giudizio è il malessere personale e non la morale sociale. Chi soffre e spreca anni dietro a un uomo impossibile forse deve volersi più bene e mettere se stessa in primo piano, anche allontanando l’amato. Tuttavia non sempre si ha questa lucidità e molte donne preferiscono pazientare, diventando da donne Calipso, a donne Penelope.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  amante   tradimento  
CONDIVIDI

21 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da pacla
     

    e bello avere un amante anche se so che il mio matrimonio va alla deriva visto che mio marito e avaro di affetti ma a qualita che non le mancano ma non mi basta ed ho avuto una piccola storia con un amannte che da lontano e ci si vede solo in estate ma lo conosco da anni di vista e poi un anno fa in agosto e scoppiato la nostra passione e poi io ci speravo ma illusione come tante storie le strade ci dividono a direzioni diverse

  2. Inviato da passionaldance
     

    Articolo bellissimo e reale ma come bisogna comportarsi quando la moglie dell'amante sa della relazione extra ma fa finta di niente x comodità e veste il ruolo di cornuta felice?grazie

  3. Inviato da fantasia56
     

    bellissimo articolo: veritiero e da sempre attuale....il ruolo dell'amante è difficile da portare avanti se ami veramente, inizi in maniera del tutto casuale, x malcontento familiare, trascuratezza, ma poi la cosa ti prende dritta al cuore e ti fà soffrire, ti logori di gelosia, invidia x colei che può e nn vuole amare alla luce del sole, mentre tu lo devi fare al buio di una stanza anonima, asettica, priva di quel calore che il tuo amore merita.....nn si porta via nulla di ciò che nn si lascia portare via dall'altra parte, si entra in un rapporto xkè vi è la porta aperta, nn la si sfonda ed è x questo che nn esiste nessuna rovina famiglie!!!!!!!!!!!!!!

  4. Le donne che vivono il ruolo dell'amante permanente dovrebbero chiedersi: è questo che voglio per me dall'amore? E' questo quello che voglio per me dalla vita? E' questo il massimo che penso di meritarmi?
    Sono domande che fanno riflettere e riflettendo si possono capire molte cose, oltre che prendere decisioni utili alla propria felicità.

  5. Inviato da Baldassare
     

    Ho letto con molta attenzione l'articolo e mi ritrovo incredibilmente con quanto detto.Amo sia mia moglie che la mia nuova donna , che mi viene difficile chiamarla amante , in quanto ne sono molto coinvolto , anche se come dici , si condividono solo briciole della propria vita insieme , briciole che come il sale condiscono e comletano la propria esistenza. Lei sa che sono sposato ed anche lei e sposata e nessuno dei due vuole rompere gli equilibri familiari . Voto il tuo articolo con il massimo possibile

  6. Inviato da marisol70
     

    ma vi siete kiesti il dolore ke create ad una moglie il dolore. avoi se mi permetteye vi riamngano scusate il termine le [<PAROLA VIETATA!!>] ei soldi

  7. Inviato da passionaldance
     

    Mi dispiace contraddirti mio caro Baldassarre ma t'illudi di amare ancora tua moglie forse confondi il voler bene con l'amare xkè se tu amassi tua moglie a quest'ora non avresti un'altra donna se mi permetto di dirti questo è solo x esperienza personale credimi ciao

  8. Inviato da solidea
     

    Daccordo con tutto quello che è scritto, l'unico problema che un amante innamorata nn riesce mai a chiudere la storia e cosi o viene lasciata o vivrà una vita in ssolitudine accontentandosi di quei pochi momenti rubati !!

  9. Inviato da stendall
     

    ciao,ho letto cn molto interesse l'articolo xkè anke io ho il ruolo dell'amante...lui sposato,io anke,ma se ho cercato tutto qst è solo xkè nn amo più mio marito ma cn 3 figli e 18 anni di matrimonio purtroppo nn è facile lasciare il tutto e poi mio marito nn mi lascerebbe andare così facilmente....x tutti voi sarà facile dire "lascialo se nn lo ami"ma purtroppo ki nn sa nn può giudicare...x quieto vivere cn mio marito devo fare sempre finta di niente e credetemi,quando è ora di avere rapporti cn lui,x me è un vero tormento...è vero ke cmq cn l'altro nn è solo questione di sesso,siamo molto legati e so ke lui nn rinuncerà mai alla sua famiglia...la vivrò finkè durerà anke se sò ke prima o poi tutto qst finirà e ci sto già male...ma intanto,in quei poki momenti ke stiamo insieme,io vivo sul serio...l'amante è sempre quella ke soffre di più...

  10. Inviato da mattessa
     

    un mio caro amico una volta mi disse: chi non sceglie (ovviamente tra moglie e amante) ha già fatto una scelta.
    se non si vuole soffrire più dobbiamo essere noi a scegliere, noi le amanti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  11. Inviato da calipso69
     

    il ruolo dell'amante non è un ruolo facile...condivido in pieno l'articolo pubblicato e i pensieri espressi di molti di voi..non sono d'accordo con "passonaldance"...credimi che ci sono diversi tipi di amore..noi soli facciamo differenza tra TVB e ti amo.. ma allfine si ama e basta..in modo diverso ma si ama..si ama una moglie x la devozione,per i figli che ha procreato,per la pazienza..ma si può amare anche un'amante per la passione e il risveglio di quei sensi ormai assopiti da anni. Come ci si sente ad essere un'amante? una persona normale come tutte..pronta ad accontentarsi delle briciole per quel piccolo paradiso che gli viene offerto.... il vero problema nasce solo quando l'uomo che ti è vicino,quell'amante a sua volta pronuncia la parola "ti amo" .

  12. Inviato da csilla07
     

    Sognare,ma coi piedi ben per terra. Questo deve fare un'amante.Facile a dirsi,difficile da farsi...Il mio consiglio? Mai perdere di vista la realtà...lui è sposato,prendere cio che da è viversela con piu' serenità possibile.Quando fa troppo male,mollare!

  13. Inviato da piccola70
     

    ciao condivido pienamente l'articolo e la risposta di stendall non è per niente facile lasciare un marito dopo vent'anni anche se non si ama più,poi ci sono i figli....ti accontenti dei momenti che può darti l'altro di essere felice per qualche istante

  14. Inviato da confuso75
     

    io convivo con una ragazza da 3 anni con la quale ho un rapporto da 12 anni, e da 8 mesi che ho una relazione con una splendida ragazza. Da lei mi sento capito e desiderato. Non riesco più a gestire la situazione, mi sento legato in modo ombelicale con la mia ragazza, siamo sempre stati assieme condividiamo una vita, le nostre famiglie e siamo nonostante tutto una coppia felice. Non ho la forza e neanche la voglia di lasciarla. ma adesso sto vivendo un qualcosa di incredibile con una persona fantastica, il sesso è ovviamente il collante maggiore, c'è una intesa incrediile e quando facciamo l'amore sento di amarla. Sono infelice, il mio rapporto ormai e quindi la mia vita' è una bugia, mi sento vivo con la mia amante che cmq non potra a vivere una relazione dl genere ancora a lungo. Finiro col perderla e di continuare a stare con la mia ragazza... sono superficiale? un uomo senza palle? non lo so.

  15. Inviato da bluette-b
     

    non capisco pechè x alcune persone sia cosi'incomprensibile capire che si possano provare sentimenti uguali x due persone,mi spiego:io amo due uomini che a loro volta amano un'altra donna e non per questo mi sento sminuita nei miei affetti e tantomeno nella mia persona sono un'aliena??????????

  16. Inviato da Io_e_Lui
     

    Bellissimo articolo..ma cmq resto sempre dell'opinione ke se una situazione non la vivi non puoi essere in grado di capirla..è difficile x entrambe,moglie e amante...perkè l'amante non è un robot in grado di comandare il suo cuore..magari si inizia x gioco e si finisce con l'innamorarsi davvero..purtroppo!

  17. Inviato da Temaki
     

    Ciao,
    sono l'amante di un uomo che convive da 2 anni ed è fidanzato da 7...che dirvi...non è facile perchè non mi è mai accaduta una cosa del genere, ed è iniziato tutto così...per caso. abbiamo in comune un forte interesse perchè pratichiamo le stesse arti marziali e pur non volendo, ci vediamo 2 volte alla settimana. Ormai è da 8 mesi che ci vediamo, con una pausa di 1 mese dopo che gli ho detto "basta" ma è bastata la proposta per prenderci un caffè insieme e tutto è ricominciato.Inizio ad avvertire malessere, perchè sto reprimendo i miei sentimenti, non gli ho mai detto cosa provo per lui, e non posso dire che tra noi sia solo sesso perchè...non abbiamo nemmeno tanto tempo a disposizione per farlo.ci parliamo, ci baciamo, ci coccoliamo, ci diamo consigli, ci sfoghiamo sulle incomprensioni con familiari e sul lavoro...e così è peggio.non so che fare....ma non ho scritto per avere consigli (anche perchè immagino cosa mi scriverete) ma per dirvi che è dura...fare l'amante, nel mio caso, è una lotta interiore, è una tortura a cui in questo momento non so come porre fine. ma è un'esperienza che nel bene o nel male. mi darà qualcosa.

  18. Inviato da tricia
     

    in tutto quello che ho letto riguardo questo argomento l unica cosa che posso confermare e che credo assolutamente sia verissima e' che l uomo a differenza della donna se puo' continua a tenere il piede in tutte e due le scarpe....moglie e amante. Anche se dell amante e' innamorato pazzo difficilmente mollera' la moglie e' tutto cio' che concerne la sua vita familiare..ma vi prego non parlatemi di amore a questo punto per la moglie perche' mi viene solo da ridere

  19. Inviato da moniione
     

    io sono sposata e ho una storia da 3 anni con un single lo amo ma per molti motivi nn mi posso separare sto male sono gelosa e litighiamo sempre nn so se lui mi ama nn lo dice mai

  20. Inviato da amanda07
     

    E VERO L'AMANTE NON E BEN VISTA,ANZI MAI GIUDICARE QUESTE STORIE,METTEVI DALL'ALTRA PARTE E PROVATE AD IMMAGINARE QUANTO POSSA SOFFRIRE LA COSIDETTA AMANTE AMANDO CON TUTTA L'ANIMA UN UOMO CHE NON SARA MAI DEL TUTTO SUO.

  21. Inviato da giulia26
    02.07.2018  11:51

    IO NON GIUDICO NESSUNO PERCHE ANCHE SONO UN AMANTE. SONO AMANTE DA 5 ANNI. SAPEVO A COSA ANDAVO INCONTRO E CHE PRIMA O POI SAREBBE FINITA MA NON PENSAVO CHE FACESSE COSI MALE. PER ME E LA PRIMA RELAZIONE. IO NON HO AMICI PERCHE PURTROPPO MI HANNO SEMPRE SFRUTTATO PER IL MIO ESSERE ALTRUISTA E SONO SEMPRE STATA SOLA. HO SOFFERTO DI DEPRESSIONE E SONO STATA MALE... ANCHE VITTIMA DI BULLISMO. DA QUANDO L HO CONOSCIUTO SONO RINATA. HO TROVATO UN COMPAGNO, UN AMICO, UN CONFIDENTE. PERO SAPEVO CHE SAREBBE MAI STATO TUTTO PER ME. LUI DICE CHE CON ME HA RICOMINCIATO AD AMARE, MA ULTIMAMENTE LA RELAZIONE SI STA FREDDANDO. MI HA DETTO CHE SUA MOGLIE SOSPETTA QUALCOSA E ALLORA MI HA IMPOSTO DI NON INVIARGLI MESSAGGI CON I "CUORICINI" E IERI QUANDO SIAMO STATI TUTTO IL GIORNO INSIEME MI HA FATTO TORNARE A CASA DA SOLA PERCHE NON VOLEVA TORNARE A CASA TARDI. IERI ABBIAMO FATTO L AMORE ED E RIMASTO FREDDO E POI QUANDO GLI HO DETTO "TI AMO E MI SEI MANCATO" MI HA RISPOSTO CHE SONO LA SOLITA RIPETITIVA. POI DURANTE IL GIORNO HO PROVATO AD ACCAREZZARLO MA LUI SI SCANSAVA E NON RICAMBIAVA. QUESTA MATTINA QUANDO CI SIAMO SENTITI AL CELLULARE L HO PREGATO DI CONTINUARE A PARLARE PER ALTRI DUE MINUTI PERO NIENTE DA FARE... MI HA ATTACCATO. STO SOFFRENDO TANTISSIMO. PIANGO IN CONTINUAZIONE. SE MI DOVESSE LASCIARE PENSO CHE CADRO IN BURRONE COSI PROFONDO DA NON POTERMI PIU RIALZARE. SCUSATEMI IL FUORI TEMA MA NON HO NESSUNO CON CUI PARLARE. GRAZIE.

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami