Home » Amore » Relazioni / Sentimenti » Come lasciare l'amante

Come lasciare l'amante

La fine di una relazione non è mai facile, né per chi lascia né per chi viene lasciato. E quando si tratta di storie tra amanti? Come lasciarsi nel migliore dei modi?

Come lasciare l'amante

In altri articoli abbiamo già affrontato temi come il ruolo dell'amante e sul come gestire una relazione con persone impegnate, per questo ora vogliamo scrivere di un altro tema spesso molto sentito e richiesto: come lasciare l'amante.

Perché se è sempre difficile chiudere una relazione, di qualunque tipo sia, spesso rompere un legame che non è mai stato ufficializzato lo è ancora di più.

Se è la “terza” a voler lasciare il lui accoppiato
Ci sono situazioni in cui è l'amante, cioè colei/colui che ha una relazione con una persona impegnata, a decidere di lasciare il “partner”. Sicuramente questa è la situazione migliore, perché probabilmente è giunta a questa decisione per una serie di considerazioni e quindi è preparata ad affrontare il tutto senza scenate e minacce. Talvolta capita che ci si accorga di non volere più una relazione a tempo o che, semplicemente, le libertà dell'essere amante son venute meno. Così, anche se il partner soffre, solitamente si è determinate ed è sufficiente chiudere con lui parlando della situazione e smettendo di vedersi.
È anche vero che ci sono uomini che non accettano di essere lasciati e quindi per un po' di tempo cercheranno di riconquistarvi, magari promettendovi di lasciare la moglie o di darvi ciò che voi desiderate. Ma se siete davvero sicure della vostra scelta saprete non cedere.


Quando è lui a voler lasciare l'amante
Molto più difficile e spesso problematica, invece, è la situazione in cui l'amante viene lasciata. Anche qui i motivi possono essere vari, ma spesso la ragione principale è il voler provare a ricostruire il rapporto coniugale ed “eliminare” le varie distrazioni. In questo caso la donna lasciata potrebbe minacciare di rivelare tutto all'altra, rendendo le cose più difficili.
Non ci sono delle formule e delle regole uguali per tutti, ma la cosa migliore forse, per chi vuole lasciare l'amante, è parlare in maniera tranquilla, ma ferma, spiegando quali sentimenti ci legano a lei e all'altra e farle capire che creare problemi non sarebbe di vantaggio a nessuno. Se si capisce che non c'è possibilità di mediazione e la persona minaccia di rivelare tutto, sarà il caso di prendere in considerazione la possibilità di parlare al coniuge e raccontare il tradimento, prima che lo faccia qualcun'altro.
È comunque sempre un bene, quando si vuole lasciare qualcuno, essere determinati, risoluti, non far trapelare sensi di colpa. Il rischio altrimenti è che le cose si protraggano all'infinito. Bisogna anche sempre ricordarsi che la decisione di vivere la relazione da amanti è sempre stata presa da entrambi, persone adulte e consenzienti, nessuno ha obbligato l'altro, sono quindi inutili i sensi di colpa.

Da tenere presente
Quando si inizia una relazione con una persona impegnata, nonostante la passione, le promesse, le cose che ci si dice, non bisogna mai dimenticarsi che comunque sarà una storia particolare, che forse più di altre sarà destinata ad esaurirsi. Avendo bene a mente tutto questo e mettendo le cose in chiaro fin dall'inizio, sarà un pochino più semplice quando arriverà il momento del distacco.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da amanda07
     

    CREDO SIANO LE PIU DOLOROSE

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami