Home » Amore » Relazioni / Sentimenti » Come gestire una relazione con un uomo impegnato

Come gestire una relazione con un uomo impegnato

Avere una storia con un uomo impegnato è una scelta, non condivisibile da tutti, ma lo è. Vediamo a cosa si va incontro

Come gestire una relazione con un uomo impegnato

Può capitare di provare attrazione per uomini impegnati o sposati che hanno la sindrome del Don Giovanni e vivono storie extraconiugali come una serie di episodi distinti, brevi e appassionanti, consumati con la consapevolezza che saranno a breve termine.
Al di là di un giudizio morale, se una donna decide di vivere quest'esperienza deve stare bene attenta ad alcune cose.

Ecco alcuni suggerimenti.

L'amante ideale
Solitamente l'uomo sposato cerca nella “compagna di avventura” caratteristiche diverse da quelle che apprezza nella moglie. L'amante considerata perfetta è single o separata con figlio, oppure single con genitori anziani a carico; lavora, ha interessi personali e amici, e tutto ciò significa per l'uomo che è una donna indipendente e autonoma e soprattutto che non lo stresserà con richieste impossibili.

Come gestire una relazione con uomini sposati
Da evitare se...
Fare l'amante o gestire una relazione con un uomo impegnato è una situazione che non tutte sono in grado di gestire. Per prima cosa va evitata se il desiderio imminente è quello di costruirsi una famiglia e avere dei figli, perché l'uomo sposato difficilmente lascia la propria per rifarsene un'altra.
Inoltre non è possibile tollerare questo tipo di relazione se si è troppo gelose, perché comunque sia la moglie ricoprirà sempre il ruolo principale, mentre all'amante resterà solo quello di coprotagonista o attrice secondaria.

Come comportarsi
Le storie con uomini sposati, nella maggior parte dei casi, sono destinate a finire. Quindi per non uscirne a pezzi, meglio considerare alcune cose.

  • Darsi un tempo, un termine, vivendo il più possibile il presente, evitando di pensare alla possibilità di un futuro con lui. Solitamente ha senso frequentare un uomo sposato quando dal rapporto si trae il massimo della gioia e del piacere nell'avere una sessualità attiva, intensa e un po' trasgressiva. Non va bene, invece, se si cerca una realizzazione affettiva.
  • Quando si esce con un uomo sposato bisogna evitare quelle situazioni che possono far credere di avere una relazione. E dopo essersi visti evitare di chiedergli “Ci sentiamo?” con aria speranzosa e supplichevole, ma meglio anticiparlo con un “Ci sentiamo!”.
  • In queste relazioni la componente principale è quella erotica, non c'è quindi bisogno di mantenere un'aria angelica, ma approfittatene per avere cura di voi e per lasciarvi andare.
  • Tenere segreta la storia e non parlarne con nessuno può in un certo senso alimentare false speranze. Meglio invece confidarsi con gli amici più intimi, perché in questo modo si coltiva la giusta distanza emotiva e si riescono a vedere i lati più pericolosi della situazione.
  • Infine non avere sensi di colpa per ciò che si sta facendo , perché questa cosa eventualmente deve riguardare solo lui: è lui che tradisce e probabilmente tu non sarai la prima ma nemmeno l'ultima.

 

Come gestire una relazione con uomini sposati
I vantaggi
Inutile negarlo, fare l'amante ha alcuni aspetti positivi:

  • non si è costretti a scegliere tra lui e il resto (amici, hobby);
  • si possono frequentare e conoscere anche altre persone;
  • si prende solo il meglio, un uomo curato e presente anche se per poco, ma che è lì solo per voi.

Attente però, il gioco è bello se dura poco, alla lunga ci si può stufare e pretendere altro!

Di © Riproduzione Riservata
TAG  infedeltà   tradimento  
CONDIVIDI

5 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da nadia67
     

    Ottimo articolo: breve, conciso, VERO!!!!...ma quando ci stai dentro non e' così facile....

  2. Inviato da silvia71
     

    bello, molto elegante, bisogna trovare e cercare equilibrio. Non so se ci si riesce?!

  3. Inviato da aristea1963
     

    bello questo articolo, si dimentica però la qualità principale che deve avere l'amante: la totale deprimente mancanza di autostima...

  4. Inviato da Soske10
     

    È vero che ti prendo solo il meglio... Quando non ti innamori però. Io l'ho fatto diventare il mio fidanzato. Ma quando lui non c'è io solo sola come un cane. E quando non ci vediamo sto malissimo... Io non volevo fare l'amante. Io volevo qualcosa di normale. Ma con lui...

  5. Inviato da Elis22
    19.08.2020  21:27

    Ciao, anche io sono amante da ben 4 anni.. Lui è 11anni più grande di me(io 20 lui 31).. Ed è fidanzato da 7 anni. Lui Alinizio non voleva cedere a uscire con me, ma il giro di un mese che ci sentivamo abbiamo iniziato per prenderci un caffè, e da lì ci siamo frequentati sempre all'interno di un bar una volta alla settimana.. Così poi è durata per ben 2 anni, nel frattempo io mi sono fidanzata e lui iniziava ad essere geloso, ma tra noi non c'era nulla, solo una amicizia.
    Così che dopo 9 mesi del mio fidanzamento, lui si avanti e usciamo ingiro e ci baciamo... Così che io lascio dopo un po' il mio ragazzo, e lui però continua a stare con la fidanzata... Da lì il rapporto è diventato diverso avolte meglio delle volte peggio,la passione era tanta.. Ma ci sono stati mesi che non ci siamo più sentiti.. Perché io mi stavo innamorando e lui non voleva farmi ferire, perché non avrebbe lasciato la ragazza.. E fece passi indietro, poi un giorno ci siamo incontrati per caso e da lì abbiamo riniziato a parlare.. E il giro di un'altro mese eravamo di nuovo presi l'uno dell'altro, mi ha detto che con lei sta bene ma io gli do qualcosa di più sereno e lo faccio star meglio... Ma poi negli anni io e lui ci vediamo e sentiamo spessissimo e spero sempre che lasci lei.. Perché poi mi da avolte della speranza che lo faccia.. Perché delle volte si lamenta del suo comportamento.. Ma poi il problema dell'età preuccupa.. Lui vuole una famiglia e non si fida al 100 % che sia pronta.. Ma mi ha detto che non la vuole con la sua attuale fidanzata.. Non so più cosa pensare... Vedo la speranza.. Ma non la lascia.. E non so se credere a ciò che dice, che ci tiene e che sono essenziale e che senza non può più stare.

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami