Home » Amore » Relazioni / Sentimenti » Amicizia e sincerità

Amicizia e sincerità

C'è chi sostiene che la vera amicizia stia nel confidarsi ogni cosa, mentre c'è chi dice che essere sempre sinceri possa guastare un rapporto. Che cosa si nasconde dietro al bisogno di raccontarsi tutto?

Amicizia e sincerità

Non esiste un regola assoluta riguardo alle confidenze in amicizia, ma la cosa in realtà utile è capire cosa si può nascondere inconsciamente dietro rivelazioni e confidenze che si pensa possano fare bene all'altro. L'amicizia per prima cosa dovrebbe rispettare la libertà individuale e restare sempre su un piano paritario. Talvolta, invece, dietro alla sincerità assoluta può nascondersi il bisogno di controllare l'altro, di sostituirci a lui e di imporre scelte che sono nostre e non sue; quando riveliamo all'amico delle cose che lo riguardano, spesso abbiamo bisogno di soddisfare una necessità personale di correttezza, verità, autostima e protezione.

Scomode verità
Amicizia e sinceritàQuando dobbiamo essere sinceri con un amico e rivelargli magari che il partner lo tradisce, o che è ingrassato e sarebbe il caso andasse da un dietologo? Prima di svelare un segreto bisogna per prima cosa cercare di capire le esigenze dell'altro; in questo modo troveremo tempi, motivazioni e modi adeguati per parlare o per tacere. In ogni caso dobbiamo assumerci la responsabilità di ciò che diciamo, consapevoli che potremmo anche ferire, sia nel caso in cui parliamo, sia in quello in cui tacciamo.
Talvolta essere sinceri può portare a confondere la funzione amicale con quella del genitore, che per sua natura si muove sul piano affettivo, ma anche critico e dà delle regole, che un amico non dovrebbe mai dare.

Punti di vista diversi
Nel libro Le amicizie riuscite di Jacqueline Kelen, l'autrice sostiene che l'amicizia deve anche rispettare la libertà individuale. E può essere che l'amica abbia deciso di ignorare delle verità scomode, quindi non siamo noi che dobbiamo suggerirgli di comportarsi come in realtà vorremmo fare noi. Così facendo emergerebbe un desiderio di prevaricazione, mentre l'amicizia dovrebbe restare su piano paritario, e il primo dovere dell'amico è quello di proteggerlo dalle difficoltà e non imporgli una realtà che può voler ignorare. L'amicizia spesso consiste nel saper con-tenere un segreto o un giudizio, staccandolo dal bisogno personale di esternarlo, con il rischio di scegliere il momento meno opportuno.
Amicizia e sincerità
L'amico non è un terapeuta
Le amicizie in cui ci si confida ogni cosa, possono alla lunga creare dei rapporti simbiotici, che causano dipendenza e talvolta limitano i percorsi personali di crescita. Il volersi fondere con l'altro può portare a confondere l'amico con il terapeuta perché gli si affida il compito di contenere le nostre ansie e paure, portando l'amicizia ad assumere un ruolo che invece dovrebbe essere svolto in un contesto terapeutico.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  amicizia  
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da IMPERATORE86
     

    Gran bell articolo veramente!
    bisognerebbe sempre mantenere un certo "confine" oltre il quale non si deve andare,per non rovinare amicizia...

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami