Home » Amore » Coppia » Uomini che non aiutano in casa

Uomini che non aiutano in casa

Divisione dei compiti casalinghi tra uomo e donna: illusione o realtà?

Uomini che non aiutano in casa

In un articolo precedente vi avevamo parlato di come l'uomo casalingo, che dà una mano in casa, con le faccende domestiche e nella gestione dei figli, fosse molto apprezzato dalle donne.
Tuttavia c'è anche una categoria di maschi che rimangono sdraiati sul divano a giocare alla play station, mentre voi vi arrabattate tra fornelli, camicie da stirare e stracci della polvere. Come fare quindi?

I dati Istat confermano che il 76,2% delle mansioni casalinghe viene svolta dalle donne; anche se la società è cambiata, rispetto al 2003 gli uomini hanno messo a disposizione solo 9 minuti in più del loro tempo per aiutare in casa, e quando lo fanno, spesso, rimarcano in continuazione la mansione svolta.
Spesso alla base c'è una resistenza inconscia ad accettare lavori “poco maschili”, vissuti quasi come un attacco alla virilità o all'identità personale. Poi è anche vero che molte donne sono abituate a ritenersi indispensabili e come fanno loro le cose nessuno è all'altezza, quindi i compagni sono spaventati da una partner che non chiede mai o che rimprovera.


Forse un problema culturale?
Sembra però che dietro alle difficoltà maschili a svolgere ruoli domestici ci sia anche la forte influenza dei modelli genitoriali interiorizzati e il conflitto per l'acquisizione del potere all'interno del rapporto di coppia.
Inoltre secondo la ricerca norvegese “Equality in the home”, le coppie che si dividono equamente i lavori di casa divorziano maggiormente, perché i rapporti in cui vigono le regole della condivisione e della compartecipazione sono anche quelle dove la donna è più istruita e più realizzata nel lavoro, oltre che economicamente, e ciò sembra non essere positivo per il rapporto.
Un altro studio svolto dall'Università di Cambridge, però, smentisce la tesi precedente, concludendo che gli uomini che a casa si adoperano di più vivono meglio e rendono maggiormente sul lavoro; pare quindi che il segreto per una vita serena stia nel lavare i piatti, scrollandosi così di dosso i sensi di colpa.


Come invogliare il compagno ad aiutare

Ricerche a parte, nella società odierna è importante che i partner collaborino, mantenendo comunque ognuno il proprio ruolo.
In quelle coppie dove l'uomo è reticente a dare una mano in casa, la donna dovrebbe ammorbidirsi e stimolarlo così:

  • Non lamentatevi sempre sperando che lui si attivi da solo; piuttosto chiedete aiuto ed esprimetegli i vostri bisogni in maniera chiara, ma dolce.
  • Delegategli i compiti più maschili, come riparare elettrodomestici, spostare mobili e staccare le tende.
  • Quando sbaglia o non fa le cose come ve le aspettavate non sgridatelo e non arrabbiatevi: non è per scarsa volontà, ma spesso per mancanza di abitudine.
  • Decidete insieme chi può fare e cosa, perché le responsabilità si distribuiscono non si scaricano.
  • Se lui commette degli errori imparate ad accettare un risultato approssimativo.
  • Quando ottiene un buon risultato gratificatelo e fate in modo di aumentare gradatamente il suo impegno.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami