Home » Amore » Coppia » Relazioni che funzionano: 6 cose da non avere in comune con il partner

Relazioni che funzionano: 6 cose da non avere in comune con il partner

Chi ha detto che i partner, per andare d'accordo e portare avanti una relazione, devono essere uguali, pensare le medesime cose ed avere gli stessi interessi?

Relazioni che funzionano: 6 cose da non avere in comune con il partner

Spesso si pensa che le relazioni che funzionano siano fatte da persone che hanno gli stessi hobby, le stesse idee e le medesime posizioni lavorative.
In realtà una coppia funziona e dura a lungo quando il legame è solido, i partner hanno una progettualità comune ma riescono a mantenersi esseri distinti con momenti di individualità, abitudini e pensieri diversi.

L'importante è che gli aspetti di dissomiglianza vengano poi messi al servizio della relazione e non contro.


Ecco quindi le 6 cose che, se anche non sono in comune in una coppia, possono creare una maggiore sintonia quando vengono utilizzate nel modo corretto.


Credits: Foto di @StarFlames | Pixabay

  • Interessi differenti
    Spesso le relazioni che funzionano sono quelle dove i partner, oltre a condividere hobby e passioni, hanno anche interessi differenti. Il ritagliarsi spazi individuali e non condividere tutto serve a ricaricarsi e ad avere argomenti da raccontarsi.
  • Ideologie diverse
    Sebbene avere idee politiche, religiose e culturali diverse possa portare a delle discussioni, in una coppia funzionante i partner vedono le opinioni contrstanti come l'occasione per creare uno spazio di ascolto per confrontarsi e arricchirsi.
  • Caratteri diversi
    Spesso nelle relazioni che funzionano i partner non hanno lo stesso carattere; l'introversione di uno e l'estroversione dell'altro servono proprio ad avere un giusto equilibrio nei momenti di socialità.
    Talvolta anche l'estrema puntigliosità di uno e la modalità più alla “buona” dell'altro aiutano a essere persone più mature.
  • Approccio differente alla sessualità
    Se all'interno di una coppia un partner è maggiormente disinibito e “aperto” alle novità può condurre alla sperimentazione quello un po' troppo abitudinario. Ciò crea complicità e consolida il rapporto di coppia.
  • Posizioni lavorative diverse
    Nelle coppie sane il fatto che il partner sia in carriera e abbia una posizione lavorativa avvantagiata non diventa un elemento di rottura quando entrambi riconoscono che spesso ciò avviene anche grazie all'altro.
    Perché uno possa dedicarsi a pieno alla professione è indispensabile che l'altro si occupi di tutto il resto e nelle relazioni che funzionano ciò viene individuato.
  • Modalità di viaggiare contrapposte
    Chi l'ha detto che una coppia per funzionare deve avere lo stesso concetto di viaggio? Se uno ama l'avventura e girare il mondo e l'altro preferisce stare fermo in un luogo, ogni tanto è possibile concedersi vacanze separate.
    Al rientro condividere i racconti può essere un modo per arricchirsi delle esperienze dell'altro e chissà magari anche per coinvolgerlo nel futuro.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami