Home » Amore » Coppia » Hi-tech terzo incomodo nella coppia

Hi-tech terzo incomodo nella coppia

Ogni coppia deve affrontare alti e bassi e problemi, ma se ci si mette anche la tecnologia di mezzo, son davvero guai.

Hi-tech terzo incomodo nella coppia

Il terzo incomodo nelle coppie di oggi? Silenzioso, tranquillo ma spesso molto più invadente di una persona o di un animale, perché i suoi chip e byte rischiano di mandare in corto circuito anche i rapporti più rodati: stiamo parlando della tecnologia, che sempre più domina la nostra quotidianità, sia per lavoro che per svago, tra pc, cellulari, netbook, videogiochi, brain trainer e via dicendo.

Ecco allora alcuni suggerimenti per salvare la coppia, se stessi e la tranquillità delle vacanze da questo delirio hi-tech.


Credits: Foto di @claudid | Pixabay


Il terzo incomodo

Un terzo elemento in una coppia è sempre destabilizzante, anche un figlio, cercato e voluto, i primi mesi è una novità che può mettere a rischio l'equilibrio di coppia. Se poi il terzo incomodo è piccolo, portatile, multifunzionale e risponde ai bisogni ritenuti in quel momento più importanti, il rischio è di una vera segregazione interna alla coppia. Anche se si condividono gli stessi spazi, vengono meno le normali attività tradizionali: si esce meno, non si fanno le stesse cose e si fa sempre meno l'amore.
I più recenti mezzi tecnologici si insinuano in camera da letto e dai sondaggi pare che ci sia un calo del 70% dei rapporti sessuali nelle coppie che portano con sé pc e cellulari, anche la notte.
Oltre alla sessualità, anche la comunicazione viene meno, non si dialoga più o per lo meno non lo si fa dal vivo, e quando la quotidianità impone un confronto reale, ci si accorge che il rapporto con il partner è più complicato delle relazioni virtuali. Non basta spegnere il telefono per riaccendere la comunicazione.

 

Anche in vacanza
 Durante le vacanze bisognerebbe ricaricarsi e la coppia dovrebbe riappropriarsi dell'intimità sacrificata durante l'anno a causa di lavoro e impegni vari. Proprio durante le vacanze però la coppia stessa può essere messa a dura prova perché i partner si trovano a condividere più tempo e spazio del solito, e se ci si mette anche la tecnologia il rischio si amplifica. Se solo uno dei due partner è maniaco di tecnologia l'altro verrà estromesso; se invece sono entrambi dipendenti, il tempo verrà trascorso insieme ma ognuno con il suo pc.

Credits: Foto di @StockSnap | Pixabay
Come arginare il fenomeno
Inutile negare l'uso della tecnologia, ma andrebbe circoscritto; magari decidendo insieme quali tempi e spazi dedicare al telefono, al computer o all'mp3. Al termine di questo tempo, i mezzi tecnologici andrebbero spenti e riposti da qualche parte, unica eccezione per il telefono (senza però collegarsi a internet).
Bisognerebbe, poi, evitare di portare in camera pc e cellulare per e navigare anche a letto. Solo in casi particolari e di intenso lavoro è consentito, ma se la tecnologia ci serve solo per “spiare” gli amici in Facebook o chattare con qualcuno, proviamo a interrogarci se non è un modo per non stare con il nostro partner.
Infine, bando alla tecnologia quando si è a cena o a pranzo, momenti da dedicare al dialogo e alla famiglia.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  tecnologia   coppia  
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da rita61
     

    ben articolato e mi trova in accordo credo che quando la tecnologia entra troppo nella coppa e'comunque un segnale di stanchezza nel suo intimo.

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami