Home » Amore » Coppia » Cosa fare e non al primo appuntamento

Cosa fare e non al primo appuntamento

Finalmente arriva il fatidico giorno dell'appuntamento con lui, ma...come comportarsi?

Cosa fare e non al primo appuntamento

Dopo tanto tempo finalmente conosciamo qualcuno di interessante, qualcuno che ci attrae fisicamente e intellettualmente; dopo settimane di sguardi e parole rubate qua e là, finalmente si decide a chiederci di uscire. Attenzione però, errori e passi falsi sono dietro l’angolo. Ecco quindi qualche consiglio per non farlo scappare dopo il primo appuntamento.

Non essere troppo serie
Il primo appuntamento procura spesso imbarazzo, eccitazione e ansia che però rischiano di compromettere la rilassatezza e la spontaneità della situazione. Tuttavia si può riuscire a fare colpo, l’importante è cercare di essere se stesse, parlare spontaneamente, evitando però argomenti troppo impegnativi quali religione, politica o morale. Meglio parlare del più e del meno, senza prendersi troppo seriamente, sfruttando umorismo e simpatia, cercando di sdrammatizzare le situazioni di imbarazzo.


Svelarsi piano piano
Solitamente dopo aver riso e scherzato è facile finire a parlare di sé e a fare domande sulla vita dell’altro. Ok! L’importante è usare equilibrio e moderazione, evitando discorsi troppo lunghi e sfilze di domande. È importante aprirsi un po’ alla volta e non esporsi troppo al primo incontro.

Non spaventiamolo
Oggi le donne sono troppo sicure di sé e delle proprie armi, ma troppa sicurezza non aiuta l’uomo, che per natura è più timoroso. Quindi se da un lato farsi delle domande su ciò che proviamo è normale, evitiamo di lanciarci in dichiarazioni e se far capire a lui che siamo interessate può renderlo felice, non usiamo frasi troppo sdolcinate perché potrebbero spaventarlo. Il silenzio in certi casi è d’oro soprattutto se la passione è appena nata, è inutile perdersi in discorsi, definizioni e chiarimenti. Piuttosto cerchiamo di lasciarci andare e viviamo le emozioni con spensieratezza.


Non parliamo degli ex e non esprimiamo giudizi
Rimandiamo il più possibile l’argomento vecchi amori, potrebbe essere imbarazzante, così come sono da evitare paragoni, confronti e soprattutto mostrare odio e rancore per il nostro ex fidanzato. Quando, invece, è lui a parlare di sé e della propria storia, armiamoci di pazienza e teniamo a freno la lingua. Lasciamolo parlare senza interromperlo, soprattutto non diamo consigli che non ci vengono chiesti! È importante ascoltarlo, mostrare interesse a ciò che dice, e cercare di ironizzare senza puntare il dito.

Mostrare indipendenza!
Se vogliamo rivederlo e frequentarlo evitiamo i programmi a lungo termine; spesso le donne, se trovano un uomo interessante, dopo un solo appuntamento si lanciano in mille progetti, e addirittura si vedono all’altare con l’abito bianco. Ma il sesso maschile ha un atteggiamento opposto; quindi è meglio sottolineare la propria indipendenza e i propri programmi, che non necessariamente coinvolgeranno lui. L’uomo ama la donna indipendente e non quella possessiva che si incolla e manda continui messaggi o lo cerca con numerose telefonate. Ogni tanto bisogna tenere a mente il vecchio detto: “in amor vince chi fugge”.

Pillole di saggezza

  • non accettare il primo invito, se ha un interesse non demorderà
  • ritardate di quei 5/10 minuti, aumentano il desiderio
  • farsi venire a prendere o incontrarsi altrove, ma evitare casa sua
  • fargli scegliere il luogo del primo appuntamento
  • abbigliarsi in modo sobrio
  • non essere troppo disponibili, ogni tanto dire che si hanno già precedenti impegni e declinare l’invito

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

3 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da NUVOLETTA038
     

    ottimi consigli...

  2. Inviato da genny16mony
     

    ottimi consigli...anke se le cose capitano quando meno te lo aspetti...

  3. Inviato da crimar
     

    Ma perchè uno/a dovrebbe farsi desiderare studiandosi a tavolino mosse quali accettare il secondo invito ma non il primo, inventarsi altri impegni che non ci sono, ecc.?
    E' la stessa autrice a suggerire di "essere se stessi", "lasciarsi andare" e "vivere le emozioni con spensieratezza"; ecco, è questo l'atteggiamento giusto!

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami