Home » Amore » Coppia » Come mantenere vivo il matrimonio

Come mantenere vivo il matrimonio

Un fallimento sentimentale mina l’umore e l’autostima: allora come mantenere vivo il matrimonio?

Come mantenere vivo il matrimonio

Come tenere vivo il matrimonioSecondo uno studio condotto su 30 mila persone, il matrimonio fa bene, perché un’unione felice riduce i rischi di depressione. Ma ovviamente c’è il rovescio della medaglia: quando un matrimonio diventa infelice, i partner e i figli sono più soggetti a problemi di salute mentale di quanto lo siano le persone single. Un fallimento sentimentale mina l’umore e l’autostima, meglio quindi evitare di correre questo rischio; ecco qualche consiglio utile per mantenere vivo il rapporto.


Passione, intimità e progettualità

L’amore destinato a durare è quello che costituisce un triangolo, ai cui tre vertici si collocano passione, intimità e progettualità. Ma attenzione fare progetti non significa per forza parlare di famiglia e figli, ma anche solo di divertimento, come organizzare un week end, un viaggio, o una semplice attività da condividere insieme.
Uno dei rischi più grandi per le coppie di lunga durata è quello, poi, di farsi distrarre da questioni esterne alla relazione (figli, famiglia, lavoro), ma il risultato è che si perde la dimensione a due e ci si concentra su tutto, tranne che sull’altro. Per questo è importante concedersi delle pause d’isolamento da tutto il resto. La cosa ideale sarebbe concedersi una sera a settimana per stare da soli, senza distrazioni, per ridere e scherzare.

Tenere vivo il matrimonio
Consigli anti rottura

Per avere il meglio da un’unione è importante che i partner vivano serenamente la vita a due. Ecco alcuni consigli per tenere vivo il matrimonio.

  • Mantenere la propria individualità: la coppia, per essere serena non dovrebbe condividere ogni cosa, ma crearsi degli spazi personali. Mantenere quindi le proprie abitudini e interessi, rende ancora più coinvolgente il rapporto.
  • Puntare sulle cose che uniscono: quando si affrontano discussioni e crisi bisogna ricordarsi quali sono le cose che i partner condividono, i punti di vista comuni e non solo i disaccordi.
  • Cercare la mediazione: quando ci si trova di fronte a un problema non avere paura, ma discuterne e trovare un punto di accordo.
  • Non temere il calo del desiderio: talvolta preoccupazioni e momenti particolari della vita possono affievolire il desiderio sessuale della coppia. In questi casi comunicare lo stato d’animo con sincerità e far capire che non ha nulla a che fare con la diminuzione dell’amore. Se non se ne parla, si possono creare incomprensioni che poi causano distanze.
  • Vivere come dei fidanzati: ogni tanto concedersi dei momenti separati, stando da soli e magari dormire in camere separate, cioè comportarsi come quando si è fidanzati. I primi giorni sarà vietato toccarsi e baciarsi dando spazio alla riscoperta di sensazioni e fantasie.
  • Parlare dei reciproci cambiamenti: gli anni, le esperienze e i problemi cambiano profondamente un individuo. Per evitare di perdersi lungo il percorso è importante ricalibrarsi sulla base dei cambiamenti, parlando con onestà di ciò che si prova e di ciò di cui si ha bisogno.

Matrimonio sereno = più salute
Il matrimonio sereno fa anche bene alla salute fisica perché consente di tenere sotto controllo i livelli di stress. Secondo recenti studi un’unione serena aiuta addirittura a prevenire ictus e infarto, purché il rapporto sia basato su dialogo e complicità.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. E' vero, un fallimento sentimentale, la fine di un matrimonio minano umore e autostima.

    Ma un legame non riuscito, un matrimonio tenuto insieme per forza, fanno anche peggio.

    Quindi inutile costringersi in un rapporto negativo e fare di tutto perché funzioni: è una perdita di tempo e di energie eccessive.

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami